News

A Iacopo Melio il Premio cittadino europeo

A Iacopo Melio e la sua onlus “Vorrei prendere il treno” va il Premio del Cittadino europeo, conferito dal Parlamento europeo. Il 12 e 13 ottobre prossimo l’associazione volerà a Bruxelles, per la cerimonia ufficiale. La notizia è stata recapita a Melio tramite lettera da Sylvie Gullaume, vicepresidente del Parlamento europeo. “Sono molto lieta d informala che, su proposta dell’onorevole Brando Benifei, deputato al Parlamento europeo, la Cancelleria ha deciso di conferirLe il Premio del cittadino europeo per l’anno 2017”. Il riconoscimento viene assegnato ogni anno a chi abbia riportato “risultati eccezionali in uno dei seguenti settori – si legge ancora nella lettera – : attività che promuovono una migliore comprensione reciproca e una maggiore integrazione tra le popolazioni degli Stati membri o che agevolano la cooperazione transfrontaliera o transazionale nell’Unione europea; attività che comportano una cooperazione culturale transfrontaliera o transazionale a lungo termine che contribuisce a rafforzare lo spirito europeo; progetti connessi all’Anno europeo in corso; attività che traducono in pratica i valori sanciti nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”.

Grato ed entusiasta il giovane Melio: “Non ci sono parole che possano descrivere una simile emozione – scrive – Questo riconoscimento è un regalo enorme per tutti gli sforzi spesi quotidianamente, cercando di diffondere una cultura inclusiva della disabilità, che abbatta barriere ma soprattutto stereotipi e pregiudizi. Questo è il risultato di progetti, idee, tentativi e sacrifici. Apprezzati e condivisi, spesso non riconosciuti o sminuiti, talvolta attaccati. Non importa. Abbiamo dimostrato ancora una volta che la nostra associazione ha ormai una ‘rilevanza’, non solo mediatica, nel panorama italiano per quanto riguarda il sociale e la disabilità: e di questo dobbiamo tutti esserne orgogliosi, perché ne siamo tutti partecipi”. E poi i ringraziamenti, perché “le mie idee, da sole, non bastano. Grazie quindi a Carlo Tempesti e Gabriella Menichetti, persone competenti e preparate, che sono le mie gambe e le mie braccia in questa splendida avventura. Grazie all’On. Brando Benifei per aver proposto me e la mia Onlus come candidata al Parlamento. E infine, ma non per minor importanza, grazie a tutti voi che ogni giorno ci sostenete. Adesso avete capito quanto anche solo 1€ al mese sia fondamentale per continuare a portare avanti progetti di bellezza.

Siamo solo all’inizio e di sogni nel cassetto ne abbiamo un sacco: vi sto dimostrando, traguardo dopo traguardo, che se restiamo uniti le cose si possono fare davvero…Non abbandonateci! Intanto, Vorreiprendereiltreno sfreccia a Bruxelles!”.

Fonte: superabile.it

(s.c./l.v.)

Post precedente

Progettare for all oggi per l’accessibilità di domani

Prossimo post

Enac lancia Airport4All, l’app che rende accessibili gli scali ai disabili

The Author

Simone Croce

Simone Croce

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1990 e mi definiscono il cuore sportivo del gruppo: non c’è disciplina sportiva – olimpica e paralimpica – di cui non abbia notizia in merito a punteggi, giocatori, livelli in classifica.

Nell’ultimo anno, mi sono lanciato in una nuova avventura di speaker radiofonico e conduttore di video interviste scoprendo un lato di me ironico e socievole.

Sulla redazione di articoli ancora ci sto lavorando… non a caso il mio soprannome è quello di “uomo sintesi”….. ce la farò (e ce la faranno i miei colleghi Volonwrite!) a cavarmi più di due righe?