Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Grandissima partecipazione della cittadinanza, familiari e amici dei grandi atleti che hanno gareggiato per la maglia rosa a Torino, dove per la prima volta si è tenuta la finalissima del nono Giro d’Italia di Handbike, domenica 14 ottobre.

Un evento questo che insieme alle gare del pararowing, l’evento di avvicinamento allo sport della Onlus IronMind di Marco Berry e le iniziative per la Settimana della Salute Mentale, ha portato sul territorio torinese la consapevolezza, l’integrazione, le sfide e la competizione ad altissimi livelli che questi atleti e le persone con diversi tipi di disabilità affrontano.

La diffusione dell’evento è stato supportata dalla partecipazione di radio Grp e Ivana Spagna, testimonial di questa edizione del Giro.

Importante anche la presenza dell’Assessore allo sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris e la sindaca di Torino Chiara Appendino, i quali hanno dedicato il loro tempo e le loro parole a questi atleti.

“La Regione Piemonte sta investendo sempre di più sulla promozione dello sport per tutti” dichiara Ferraris “come testimoniano la modifica alla legge regionale e le numerose iniziative sportive che si tengono in questo week end, tra cui la prestigiosa 7ma tappa del Giro d’Italia di Handbike, per cui abbiamo lavorato molto affinché approdasse a Torino.

Siamo contenti di come la città sta accogliendo queste occasioni, e speriamo faccia crescere la riflessione sullo sport come strumento di integrazione e socializzazione, oltre che il riconoscimento dovuto a grandi atleti anche

internazionali.”

Alla fine della gara, però, solo due hanno conquistato il primo posto assoluto, nelle categorie maschile e femminile: primo assoluto e della propria categoria ha tagliato il traguardo il pratese Christian Giagnoni (Cat. MH4) vincitore di sei delle sette tappe del giro; per il giro femminile è stata proclamata vincitrice assoluta e di categoria la trevigiana Francesca Porcellato (Cat. MH3), aggiungendo un altro tassello nelle loro splendide carriere sportive.

 

Entrambi gli atleti si sono dichiarati soddisfatti del proprio lavoro e del proprio successo durante questa edizione del giro d’Italia e assicurano la loro presenza ai prossimi eventi nazionali (e non).

Ecco dunque i vincitori della maglia rosa TELEFLEX del Giro d’Italia di Handbike 2018:
Riccardo Cavallini (Cat. MH1) a.s.d You Can
Umberto Pascoli (Cat. MH2) Brancacicloni a.s.d.
Alex Landoni (Cat. MH3) GSC Gianbenini
Christian Giagnoni (Cat. MH4) Alove Team a.s.d.
Fabrizio Bove (Cat. MH5) Anmil Sport Italia
Alberto Glisoni (Cat. MHO) Alove Team a.s.d.Natalia Beliaeva (Cat. WH1) a.s.d. Cooperatori
Roberta Amadeo (Cat. WH2) Team MTB Bee and Bike Bregnano
Francesca Porcellato (Cat. WH3) Active Team la Leonessa
Silke Pan (Cat. WH4) Active Team la Leonessa.
Vincitore della Maglia Bianca è STARTUP TREE Maicon Chagas Da Conceicao, Active Team la Leonessa
Vincitore della Maglia Nera è PMP Giannino Piazza, Active Team La Leonessa.

Fabrizio Topatigh, Rappresentante Atleti presso il Comitato Paralimpico Piemonte, ha aperto l’evento e ha dichiarato:
“Pedalare fa pensare subito ai piedi: questione di punti di vista, che vengono sfidati e colpiti dall’ assistere a grandi gare e grandi atleti come quelli di oggi, che portano l’handbike in città.
Il ciclismo ha una grande tradizione a Torino, e questa è una nuova prospettiva che si aggiunge al panorama sportivo torinese di questi giorni.
Manifestazioni come questa mostrano l’altissimo livello di preparazione sportiva e l’agonismo di atleti che, con esperienze passate di incidenti e difficoltà, hanno superato pregiudizi sociali e personali e si sono rimessi in gioco.
La forza di reagire dà una marcia in più, e si percepisce: dalla gara si colgono empatia e cuore, ma non ci si dimentica che si gareggia per la maglia rosa.
La Regione si è impegnata personalmente nell’appoggiare questi eventi e nel permetterci di gareggiare in un contesto uguale per tutti. Ha creduto in noi, come persone e come atleti.”

Una splendida organizzazione che ha accolto atleti e supporters da tutta Italia, grazie alla disponibilità di Eaton srl sponsor attivo della manifestazione, Regione Piemonte, Arma dei Carabinieri, Beni stabili per la messa a disposizione dell’area per il cd. quartiere di tappa e il Bistrot Ferrucci per l’organizzazione dei rinfreschi.

Categories: News

Comments are closed.