Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

di Valentina Caradonna

Lunedì 13 Maggio, al Salone Internazionale del Libro di Torino, è stato presentata l’opera di Roberto Gazzaniga  “Abbiamo toccato le stelle”. Il libro, sia per ragazzi sia per adulti, parte dall’idea di mettere insieme venti storie di campioni e campionesse che, attraverso lo sport, hanno affrontato lotte contro le discriminazioni razziali. Tutte vite che raccontano vari aspetti importanti dell’essere umano: disabilità, coraggio, amicizia, diritti delle donne, migrazioni.  Gazzaniga parte dal racconto di Peter Norman, velocista australiano che, durante la premiazione dei Giochi olimpici del 1968, mostrò la propria solidarietà ai campioni afro-americani T. Smith e J. Carlos, autori di una protesta contro le discriminazioni razziali nel proprio paese. Norman mostrò la propria vicinanza alla causa degli atleti indossando, durante la cerimonia, la spilla del movimento stesso, il “Progetto Olimpico per i Diritti Umani”. Condannato dai media australiani e da responsabili sportivi, da quel gesto solidale la sua carriera sportiva avrà un inesorabile declino.

Il libro  è fatto di esempi pratici, esattamente come la vita: le esperienze degli altri possono ispirare altre persone. In questo, giusto per fare un nome, Martin Luther King è ancora un modello costante di attivismo che ha lottato per i diritti umani, facendo come motto della propria battaglia la non violenza.

In “Abbiamo toccato le stelle” emerge il carattere della sofferenza di personaggi che hanno dovuto pagare un prezzo tanto grande per affermare diritti inalienabili, ma anche sogni. Talvolta la sofferenza si rende necessaria come un potente mezzo di crescita che permette alle persone di trovare loro stesse e di trovare la forza per sostenere il cambiamento stesso.

Categories: News

Comments are closed.