Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Dopo i numerosi appelli lanciati nelle scorse settimane sia a livello nazionale che locale, ANFFAS ha deciso di rompere gli indugi con l’organizzazione di una campagna di sensibilizzazione denominata “Contro il Covid-19: io mi vaccino”.L’obiettivo è quello di sollecitare la somministrazione del vaccino alle persone con disabilità, in particolar modo intellettive, e disturbi del neurosviluppo all’interno della seconda fase programmata per febbraio: “La pandemia – fanno sapere da ANFFAS – ha cambiato radicalmente la loro quotidianità: a causa dell’interruzione forzata dei servizi e delle strutture che se ne prendevano cura, infatti, in moltissimi casi sono state costrette a restare isolate in casa per mesi con il terrore del contagio e di una eventuale morte. In questo contesto, la vaccinazione rappresenta il principale strumento di salvaguardia della salute e della qualità di vita non solo delle persone con disabilità ma anche delle loro famiglie e degli operatori”.

La campagna di sensibilizzazione verrà realizzata attraverso una brochure da stampare e condividere: “ANFFAS – proseguono – auspica che vengano diramate al più presto apposite direttive, a livello nazionale, per garantire che la vaccinazione possa avvenire con modalità certe ed omogenee sull’intero territorio nazionale e che tengano conto delle esigenze delle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo”. Nel frattempo è stata sottoscritta anche una dichiarazione per sensibilizzare alla vaccinazione lavoratrici e lavoratori della stessa associazione.

Categories: News

Comments are closed.