Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Dal Ministero dell’istruzione 3,8 milioni di euro per lo sviluppo di applicazioni innovative di realtà virtuale e aumentata per le persone con disturbi dello spettro autistico (ASD).

Il nuovo bando emesso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) è finalizzato a favorire lo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche basate sull’interazione uomo-macchina permigliorare lo stato di benessere delle persone con autismo, come ad esempio le tecnologie di realtà virtuale o aumentata.

La condizione dello spettro autistico (ASC), una delle disabilità più gravi che si manifestano in tenerissima età e da cui non si guarisce per il resto della vita, è  caratterizzata da difficoltà nella comunicazione e nell’interazione sociale e dalla presenza di comportamenti e interessi ristretti e stereotipati. Tutti questi aspetti possono accompagnarsi anche a disabilità intellettiva che si può presentare in forma lieve, moderata o grave.

Sono ammesse le candidature presentate da persone giuridiche e persone fisiche aventi sede/domicilio legale in Italia o in altro Stato Membro dell’Unione Europea, secondo le medesime condizioni, purché la loro personalità giuridica sia conforme alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi e non sia contraria ai principi di ordine pubblico e moralità che informano l’ordinamento giuridico italiano.

La gara è finalizzata ad ottenere soluzioni che includano tecnologie che contribuiscano alla corretta erogazione di interventi su persone con autismo in un contesto di servizi organizzati in una rete integrata, finalizzati all’ottenimento dei seguenti obiettivi:
creare soluzioni innovative, prodotti, servizi o processi non ancora presenti sul mercato, in tema di applicazioni basate sulle specificità delle tecnologie della realtà virtuale e della realtà aumentata tipizzate per persone con disturbi dello spettro autistico (ASD);
studiare gli effetti derivanti dall’utilizzo di tali soluzioni su persone con autismo e su coloro con i quali essi interagiscono, in un contesto operativo pilota come quello dell’Ambito Territoriale Sociale di Casarano (LE) e dell’Area Vasta Sud Salento (66 comuni della provincia di Lecce).

La durata prevista è pari a 30 mesi, il termine per la presentazione delle offerte è fissato al 14 dicembre 2017 e ogni eventuale richiesta di informazioni può essere avanzata entro il 16 novembre 2017.

Fonte: superabile.it

(s.c./l.v.)

Categories: News

Comments are closed.