NewsSport&Disabilità

Bebe Vio premiata ai Laureus Awards

L’ascesa di Bebe Vio nell’olimpo sportivo non conosce sosta. Dopo aver sbaragliato tutti alle Paralimpiadi di Rio ed essere stata invitata alla cena di stato organizzata da Obama in occasione della visita di Matteo Renzi, l’atleta veneziana ha conquistato il Laureus Award, prestigioso premio sportivo.

I Laureus Awards, organizzati da Daimler AG e Richemont, vengono assegnati ogni anno ai migliori atleti dell’anno solare, scelti da una giuria di addetti ai lavori in collaborazione con i membri della Laureus World Sports Academy. Tra le sei categorie in gara, c’è anche quella dello Sportivo disabile dell’anno (Laureus World Sportsperson of the Year with a Disability), assegnata su indicazione del Comitato Paralimpico Internazionale. I Laureus Awards vengono consegnati dal 2000 in una cerimonia che si svolge a Montecarlo.

L’exploit di Rio, con un oro e un bronzo nella scherma in carrozzina, hanno definitivamente portato Bebe nella storia: il riconoscimento ricevuto è stato più che meritato, non solo per i trofei conquistati, ma anche per la passione e la tenacia dimostrate in ogni prestazione. Quello consegnato da Alessandro Del Piero è stato il terzo Laureus per un atleta italiano dopo quelli a Alex Zanardi e Valentino Rossi.

Le parole di Bebe alla consegna del premio, riportate da Gazzetta.it, hanno perfettamente riassunto il suo stato d’animo: «Sono molto fortunata, siamo tutti fortunati, perché facciamo la cosa più bella del mondo, lo sport. Io spero che questo successo renda anche un po’ un po’ più felice gli italiani».  Nel corso della serata, presentata dall’attore britannico Hugh Grant, sono stati premiati anche atleti del calibro di Usain Bolt, Nico Rosberg e Michael Phelps, oltre all’allenatore italiano del Leicester City Claudio Ranieri.

Post precedente

PMT 2010: colpo esterno a Seregno

Prossimo post

Dallo sport alla cucina: gli atleti dell’Asad Biella pronti a diventare “Special Chef”

The Author

Marco Berton

Marco Berton