News

Brevi sulla disabilità – 17 maggio 2018

BENE LA SOSPENSIONE DI QUEL PIANO REGIONALE DELLA CRONICITÀ

«Siamo contenti – dichiara Giancarlo D’Errico dell’ANFFAS Piemonte – che sia stato sospeso il Piano della Cronicità del Piemonte, perché sarebbe stato deleterio per le persone con disabilità e per le loro famiglie, scaricando in gran parte su queste ultime – già in situazione di progressivo impoverimento a causa della crisi – la gestione organizzativa ed economica delle cosiddette “persone fragili”. Al tempo stesso, però, chiediamo di avviare un tavolo di concertazione sul tema, che permetta di concordare linee guida e modalità di intervento, prima di arrivare al provvedimento definitivo».

Continua a leggere su Superando

MASTER UNIVERSITARIO PER ASSISTENTI ALLA COMUNICAZIONE

L’Università di Modena e Reggio Emilia attiva un Master Universitario in modalità telematica di primo livello in “Formazione per l’assistente alla comunicazione e per l’autonomia personale degli alunni con disabilità sensoriale”. La figura professionale dell’assistente alla comunicazione e per l’autonomia personale è prevista dall’art. 13 comma 3 della Legge 104/92 che ribadisce l’obbligo “per gli enti locali di fornire l’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con handicap fisici e sensoriali”.

Continua a leggere su Superabile

SCLEROSI MULTIPLA E SPORT: SI PUÒ, SENZA ESCLUSIONI

A volte basta poco per eliminare i pregiudizi. Come alcuni che riguardano la sclerosi multipla. Perché anche con le condizioni che derivano si può essere grandi atleti o comunque praticare sport. Si potrebbero portare centinaia di esempi, non solo nel mondo paralimpico. Sara Morganti, una delle migliori nel mondo nell’equitazione, e Nadia Fario, azzurra di tiro a segno, hanno partecipato alla Paralimpiade di Rio. Sara ha scoperto di avere la SM quando aveva 19 anni: “Montavo da quando ne avevo 13. Provai a smettere, ma la situazione mica migliorava. E ho ripreso”. Nadia aveva già superato i 40 quando le è stata diagnosticata.

Continua a leggere su Invisibili Corriere

USA: “SEDIA A ROTELLE NON SIGNIFICA TRISTEZZA”. CAMPAGNA SOCIAL ALL’INSEGNA DEL SORRISO DOPO LA BATTUTA INFELICE DI UNA STAR TV

“Non c’è niente di più triste di una persona attraente su una sedia a rotelle”. Queste (infelici) parole le ha scritte su Twitter Ken Jennings, un nome che ai più in Italia forse non dirà nulla, ma che negli Usa è molto noto: Jennings ha vinto 74 puntate del quiz televisivo Jeopardy!, portandosi a casa la bella somma di oltre 3 milioni di euro nel 2014, e sempre in quella data lo stesso Jennings ha scritto quelle parole che hanno continuato a navigare in rete, fino ad arrivare (alcuni giorni fa) davanti agli occhi di Annie Segarra, youtuber americana e attivista alla quale, proprio nel 2014 è stata diagnosticata la sindrome di Ehlers-Danlos (EDS), una malattia rara e degenerativa, che colpisce il tessuto connettivo.

Continua a leggere su Repubblica

XBOX, ALLO STUDIO UN CONTROLLER PER I DISABILI?

Microsoft starebbe lavorando ad uno speciale controller per la sua Xbox Oneespressamente dedicato ai disabili. Questo speciale controller disporrebbe di due pad sovradimensionati per facilitarne l’utilizzo anche a chi ha problemi di movimento con le mani. Pad che dovrebbero essre programmabili per meglio adattarsi alle varie situazioni d’uso. Non mancherebbero anche il classico pulsante Xbox ed una serie di ulteriori pulsanti. L’immagine di quello che potrebbe essere questo speciale controller è stata condivisa dal noto leaker WalkingCat.

Continua a leggere su Webnews

Post precedente

Brevi sulla disabilità - 16 Maggio 2018

Prossimo post

Disability Manager a Torino, parola all'assessore Marco Giusta

The Author

redazione

redazione