Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Collegno e Grugliasco, i cittadini sordi ringraziano i sindaci per le mascherine trasparenti

“Grazie per l’opportunità concessa per una maggiore accessibilità per i cittadini sordi”. È questo il ringraziamento per il sindaco di Collegno Francesco Casciano e il sindaco di Grugliasco Roberto Montà, che la scorsa settimana hanno distribuito gratuitamente mascherine per persone sorde.

Continua a leggere su Torino Oggi

Coronavirus e disabilità: il “vademecum” dagli esperti di SuperAbile

Dai lavoratori in quarantena alla didattica a distanza, dal bonus di 600 euro alla tutela infortunistica per i lavoratori contagiati: queste e altre le questioni approfondite in queste settimane nelle schede, prodotte e pubblicate in occasione dei diversi decreti e delle numerose misure intraprese dal governo e non solo.

Continua a leggere su SuperAbile

L’impatto psicologico del coronavirus sui giovani con disabilità: un’indagine

«Pensiamo sia importante cercare di capire nel miglior modo possibile l’impatto psicologico del trauma legato a questa emergenza collettiva, consapevoli della necessità di tenere agganciate le difficoltà più concrete del distanziamento sociale con quelle legate alle paure e incertezze derivanti dal coronavirus»: lo scrive un gruppo di riabilitatori dell’Unità per le Disabilità dell’Età Evolutiva dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, che a tale scopo hanno elaborato due questionari, rivolti ad adolescenti e giovani adulti con disabilità (13-22 anni), nonché ai loro genitori.

Continua a leggere su Superando

Bonus 600 euro autonomi e professionisti: lettera aperta delle associazioni delle persone con disabilità

FISH, FAND, FAVO, UNIAMO e AIL, chiedono al governo che venga rimossa la discriminazione sulle prestazioni previdenziali di invalidità che sono considerate non compatibili col bonus per lavoratori autonomi e liberi professionisti. Torniamo a parlare del “bonus 600 euro” introdotto dal governo per sostenere i lavoratori autonomi e liberi professionisti (comprese le cosiddette “partite IVA”) che abbiano avuto un danno economico nella crisi da coronavirus.

Continua a leggere su Disabili.com

Oltre la disabilità: la quarantena è su WhatsApp

Giovanni, Erica, Tobia e gli altri ragazzi con sindrome di down dell’associazione d’Idee prima della quarantena vivevano insieme a Bologna, in un appartamento dove trascorrevano la settimana di autonomia. Con il blocco dovuto alla pandemia sono tornati a casa dai loro genitori, ma per continuare a vedersi organizzano videochiamate e svolgono insieme laboratori creativi, come quello di musica e di cucina.

Continua a leggere su Redattore Sociale

Categories: News

Comments are closed.