Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

PINEROLO – VOLONTARIO CONDANNATO PER ABUSI SU DONNA CON DISABILITÀ

Se la violenza sulle donne è una problematica che affligge in modo sempre più duro la società italiana, la condizione di disabilità rende i fatti ancora più gravi. A Torino, un uomo è stato condannato a 7 anni di carcere per violenza sessuale su una donna con disabilità: secondo la ricostruzione dei fatti (risalenti alla prima metà del 2015) l’aggressore, che aveva il compito di trasportarla come volontario da un centro diurno di Pinerolo ad un’altra struttura per svolgere attività pomeridiane, l’avrebbe ripetutamente molestata. La confessione alla propria assistente domiciliare, e la conseguente denuncia, hanno posto fine alla vicenda: il tribunale ha ritenuto attendibile la testimonianza della donna grazie a una perizia, nonostante la dichiarazione d’innocenza dell’imputato.

CASELETTE – IL MUNICIPIO DIVENTA ACCESSIBILE GRAZIE AD UN ASCENSORE

Una gradita e attesa novità per i cittadini con disabilità (ma non solo) del Comune di Caselette (To): il Municipio di Via Alpignano 48, infatti, diventerà presto accessibile grazie ad alcuni interventi deliberati dall’amministrazione comunale. Il progetto è stato affidato all’Architetto Maurizio Testa dello studio associato Architettura Ingegneria Fabbrica Tre di Torino, avrà un costo complessivo di 7612 € e prevede l’adeguamento parziale alla legge 13/89. Gli interventi da attuare dovrà favorire il superamento delle barriere architettoniche attraverso la realizzazione di un ascensore sulla parete d’ingresso del Palazzo Comunale; il dovrebbe essere utilizzabile già per la fine del 2018. Per i cittadini di Caselette si tratta di un bel passo avanti verso l’autonomia e l’indipendenza, altri comuni prendano esempio!

TORINO – PISCINA GAIDANO PRIVATA? ACCESSIBILITÀ A RISCHIO?

L’Assessore allo Sport della Città di Torino Roberto Finardi, durante un recente intervento, ha sottolineato la continua riduzione delle risorse destinate alle attività sportive ipotizzando una cessione della gestione di alcuni impianti sportivi (in particolare piscine) cittadini a enti privati; tra le strutture a rischio si fanno i nomi di Parri, Colletta, Lido, Franzoj, Trecate, Pellerina e Palazzetto del Nuoto. Finardi ha poi rassicurato le Circoscrizioni ribadendo l’intenzione di garantire spazi di accesso libero ai cittadini a prezzi stabiliti dal Comune. La Presidente della Circoscrizione 2 Luisa Bernardini, nelle dichiarazioni riportate da Torino Oggi, ha espresso grande preoccupazione riguardo la Piscina Gaidano di Via Modigliani 25, la quale, se fosse privatizzata, vedrebbe a rischio alcuni dei suoi servizi, tra cui la piena accessibilità garantita alle persone con disabilità.

Comments are closed.