News

Centro Demetra: parola a Rosangela Vendrame


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.volonwrite.org/home/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.volonwrite.org/home/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

1Mercoledì 3 luglio – Presso i giardini reali di Torino sono state molteplici le associazioni in difesa delle donne a presentarsi per diffondere un messaggio di solidarietà a chi vive o ha subito maltrattamenti. Tra queste, vi era anche il Centro Demetra, finalizzato all’accoglienza delle donne che hanno subìto una violenza domestica. Questo termine indica una particolare condizione ove il carnefice è spesso un padre, un parente, un fidanzato; il dramma viene consumato e vissuto all’interno delle mura domestiche, e non avviene quindi per mano di estranei.

Violenza, quindi, nel suo significato più ampio: non solo fisica, percosse, abusi sessuali, ma anche pressione economica, psicologica, stalking, ricerca del dominio e dell’annullamento dell’altra persona.

A raccontare nello specifico dell’operato del Centro Demetra di Torino è stata Rosangela Vendrame, counselor del Centro Demetra presso l’Ospedale Molinette.

 

Rosangela, di cosa si occupa il Centro Demetra?

Si tratta di un servizio attivo all’interno dell’Ospedale Molinette di Torino e si occupa di sostenere donne vittime di violenza, che hanno subito maltrattamenti: ci si focalizza soprattutto sulla violenza domestica, quindi su quei maltrattamenti fisici e psicologici che possono avvenire all’interno delle mura domestiche e dei rapporti affettivi.

Il Centro Demetra non si occupa di violenza sessuale poiché collabora come “Città della Salute” – di cui L’Ospedale Le Molinette è uno dei presidi – con Il Soccorso Violenza Sessuale (SVS) dislocato presso l’ospedale Sant’Anna, che si concentra esclusivamente sui casi di violenza sessuale e in gravidanza; inoltre il nostro Centro collabora con il Regina Margherita che ha un reparto che si occupa degli abusi sull’infanzia.

 

A chi si rivolge il Centro Demetra?

Noi del Centro Demetra non incontriamo solo donne, ma anche uomini che possono subire violenze a vari livelli, molti anziani e molti giovanissimi dopo i 14 anni di età.

La violenza domestica è un fattore diffusissimo che si manifesta nella ricerca ossessiva del dominio sulle persone, della costrizione in ambito relazionale, con conseguenze anche gravi per la salute delle vittime.

Abbiamo iniziato questa attività nel 2003 con l’obbiettivo di sottolineare proprio come la violenza procurasse danni alla salute: non solamente traumi fisici dovuti alle  percosse, ma veri e propri disturbi clinici di vario genere, da problemi gastrointerologici a quelli tumorali; vivendo in un ambiente di violenza si genera una depressione immunitaria, si hanno dei veri e propri riscontri fisici negativi, che portano ad essere più suscettibili e vulnerabili alle malattie e sono addirittura genetici!

E’ questo il motivo per cui il Centro Demetra nasce all’interno di una struttura ospedaliera, il che è una novità! La nostra idea era proprio questa, quella di far sì che le strutture ospedaliere si rendessero conto di essere punti cruciali ove le persone possono recarsi con problematiche di questo genere che non sempre vengono dichiarate; l’ospedale dovrebbe essere un posto dove le persone possano essere aiutate ad uscire da questi percorsi di violenza.

Anche soltanto l’ assistere alla violenza, come succede ai bambini che vivono in ambienti violenti, provoca danni alla salute: problemi di apprendimento, di difficoltà a livello scolastico.

Il Centro Demetra è a disposizione di tutte quelle persone che abbiano bisogno di ricevere un aiuto.

 

Ricordiamo, a questo proposito, come raggiungere il Centro stesso e i suoi nodi:

Centro DEMETRA c/o Ospedale San Lazzaro

Via Cherasco, 23 – 10126 – Torino

2° piano, stanza 4

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle 16,00

Tel. 011.633.5899 / 335.716.9000

e-mail: pschinco2@cittadellasalute.to.it

 

Pronto Soccorso Molinette 24/24 h    

Corso Bramante, 88 – 10126 – Torino

Triage 011-633.5185 -011-633.5248

 

Sportello di ascolto e counseling

Orario: dal lunedì al venerdì, dalle ore 10,00 alle 16,00

Tel. 011-633.5899

 

Per Associazione Volonwrite

Claudia Cespites

 

Post precedente

Campagna Diritto al Cibo

Prossimo post

Il Centro Antiviolenza di Torino

The Author

Giada Morandi

Giada Morandi

Ho inseguito tutti perchè si descrivessero, adesso però non ho più scuse… tocca a me!

Che dire?

Psicologa per passione, letteralmente inciampata nel mondo della comunicazione sociale nel 2007, grazie ad una borsa lavoro per persone con disabilità fisico-motoria presso il Servizio Passepartout del Comune di Torino.

In carrozzina da sempre (o quasi, ma mi sembra che la mia vita sia cominciata da lì!) oggi mi occupo di alcune attività legate al Progetto Prisma del Comune di Torino e della gestione di questo pazzo, colorato, vivace, allegro gruppo di ragazzi di Volonwrite.

….ma la prossima volta che ci viene in mente di aprire una sezione chi siamo sul sito, andiamo a berci un caffè?

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *