Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Forse non tutti conoscono la teoria dei sei cappelli, ma ho deciso di presentarmi così…

Ciao sono Nicol e sono un cappello Nero. Lo so, non sembra molto esaltante e i miei colleghi ed io viviamo un continuo rapporto di amore-odio con questa definizione.

Essere un cappello nero significa, in parole povere, trovare il lato negativo di qualsiasi cosa: a volte può essere utile, a volte può essere snervante.

Fortunatamente, chi ho vicino mi ricorda che è importante avere al proprio fianco un cappello nero, perché aiuta ad essere più obiettivi e a far sì che si cerchi un piano di riserva per ogni eventualità.

Ecco perché mi definisco così! Mi piace pensare di essere una persona semplice, fantasiosa e sognatrice ma con quel pizzico di ponderatezza “negativa” che aiuta a stare con i piedi per terra.