Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Sono quelli selezionati tra 450 pellicole indipendenti per il Ferrara film festival. Tutti saranno sottotitolati dallo Studio Calabria di Roma. Madrina della manifestazione è l’atleta sorda Sara Giada Gerini che ha lanciato la petizione #facciamocisentire. Dal 21 al 26 marzo.

Una settimana dedicata al cinema indipendente totalmente accessibile anche alle persone sorde. È il Ferrara Film Festival, ideato dall’attore e produttore Maximiliam Law insieme ad Alizé Latini e giunto alla seconda edizione. Grazie alla collaborazione con lo Studio Calabria di Roma, le 24 pellicole in concorso per il Dragone d’Oro (selezionate da 450 da tutto il mondo) saranno sottotitolate gratuitamente dallo Studio Calabria di Roma e quindi fruibili anche dagli spettatori sordi. “Per questa seconda edizione abbiamo puntato sul territorio, Ferrara ha una grande storia di cinema e arte, con sinergie e collaborazioni locali – racconta Law – Ne è un esempio la partnership con la famiglia Alliata e gli eredi di Lydia Borelli, priva diva del cinema di origini ferraresi”. Madrina dell’iniziativa è l’atleta sorda Sara Giada Gerini che, nel 2016, ha lanciato #facciamocisentire, petizione per la sottotitolazione di tutto il palinsesto Rai che ha raggiunto 130 mila sostenitori.

Continua a leggere su Redattoresociale.it.

Data: 21/01/2017

Categories: News

Comments are closed.