Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

A Verona una esposizione di fotografia e video sensoriali anche per sperimentare la condizione di disabilità visiva o uditiva.

Mostrare ad un cieco una foto può sembrare una contraddizione in termini, ma non è così. Le tecnologie odierne consentono di abbattere le barriere anche rispetto ad azioni che si potrebbero pensare precluse a chi abbia disabilità sensoriali.

Si potrà averne prova partecipando al “Non c’è differenza Festival”, che si terrà a Verona dall’1 al 5 dicembre 2016, presso l’Ex Arsenale Asburgico in piazza Arsenale, dove verrà esposto un progetto di fotografie e video accessibili a tutti, dal titolo: “L’Immaginario e la fotografia sensoriale – visioni e cecità”.

Il progetto, realizzato da Micaela Zuliani (fotografa di Portrait de Femme) e con la partecipazione di Blindsight Project, vedrà l’esposizione di fotografie scattate sia da chi vede, come Micaela Zuliani, sia da chi è cieca, come Laura Raffaeli (presidente di Blindsight Project che saranno accessibili grazie ai codici QR, realizzati da Sergio Muzzolon (Orbolandia.it), con i testi descrittivi di Fulvia Bernacca (fotografa).

Continua a leggere su Disabili.com

Data: 27/11/2016

Categories: News

Comments are closed.