News

Come nasce un film? Un corso gratuito lo insegna alle persone con disabilità


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.volonwrite.org/home/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.volonwrite.org/home/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Un nuovo progetto insegnerà a 15 persone con disabilità come affrontare le varie fasi che compongono la realizzazione di un film. Da novembre si studierà la regia

Stare al cinema o sul proprio divano con un sacchetto di pop-corn aguardare un film è qualcosa che più o meno tutti apprezzano, spesso osservando le immagini scorrerci davanti ci si dimentica però dell’immenso lavoro che sottende la realizzazione di un film e del grande numero di persone che lavorano dietro la macchina da presa.

Solo chi si sofferma fino allo scorrere dei titoli di coda o chi degli Oscar guarda tutta la premiazione, si rende conto che la complessa macchina che serve a produrre un film è composta da moltissimi ingranaggi. Oltre agli operatori ci sono infatti gli sceneggiatori, i responsabili della fotografia, ifonici, gli scenografi e moltissimi altri professionisti che, grazie alle loro competenze riescono a trasformare un copione in un prodotto filmico di qualità.

IMPARARE A PRODURRE – La casa di produzione cinematografica bolognese Zarathustra Film di Fabio Donatini ha deciso di aprire il mondo cinematografico anche alle persone con disabilità interessate adapprendere le tecniche di lavorazione, di produzione e di sviluppo di un progetto cinematografico – dalla scrittura alla distribuzione.

CORSI GRATUITI – Per fare ciò ha dato l’avvio al progetto Abilissimi Protagonisti, articolato in tre corsi cinematografici gratuiti (scrittura, regia, tecniche di ripresa) dedicato a persone con disabilità residenti in Emilia-Romagna. Il primo corso, dedicato alle tecniche di scrittura, si è tenuto quest’estate ed ha visto la partecipazione di 12 iscritti.

QUANDO E DOVE -Il secondo corso, dedicato alla regia, si terrà invece adImola nel mese di novembre. Sarà strutturato in 4 incontri di 3 ore ciascuno, nei pomeriggi del 9, 16, 22 e 30 novembre, dalle 14.30 alle 17.30, durante i quali i docenti Francesco Merini e Nicola Spaccucci introdurranno la classe alle tecniche base sull’utilizzo della videocamera e degli strumenti fondamentali per le riprese cinematografiche, alternando la teoria a una serie di esercitazioni pratiche con gli attrezzi del mestiere.

OBIETTIVI – L’obiettivo del progetto Abilissimi Protagonisti è quello diformare, stimolare e coinvolgere gli studenti con un percorso formativo  che determini un accrescimento personale, non solo per gli studenti ma anche per i docenti stessi grazie alla collaborazione e alla condivisione di competenze e di idee.

ELABORATO FINALE – Oltre alle lezioni gli iscritti potranno partecipare ad incontri e proiezioni e inoltre, al termine del percorso formativo, parteciperanno alla realizzazione di un cortometraggio di finzione diretto da Donatini. Potranno quindi mettere in pratica quello che avranno appreso durante il loro percorso di studio sperimentando con mano cosa comporta la realizzazione di un film.

COME ISCRIVERSI – Al corso potranno partecipare, previa iscrizione, 15 persone e le lezioni si terranno presso la sede UNITALSI di Imola (piazza Duomo, 4). Per iscriversi è necessario compilare il moduloall’indirizzo www.zarathustrafilm.it entro il 31 ottobre; i posti verranno assegnati in base all’ordine di arrivo delle domande.

Fonte: disabili.com

(s.c./l.v.)

Post precedente

Una maratona informatica per andare oltre i limiti della disabilità

Prossimo post

“Il digitale? Uno strumento per superare la disabilità”

The Author

Simone Croce

Simone Croce

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1990 e mi definiscono il cuore sportivo del gruppo: non c’è disciplina sportiva – olimpica e paralimpica – di cui non abbia notizia in merito a punteggi, giocatori, livelli in classifica.

Nell’ultimo anno, mi sono lanciato in una nuova avventura di speaker radiofonico e conduttore di video interviste scoprendo un lato di me ironico e socievole.

Sulla redazione di articoli ancora ci sto lavorando… non a caso il mio soprannome è quello di “uomo sintesi”….. ce la farò (e ce la faranno i miei colleghi Volonwrite!) a cavarmi più di due righe?