Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

di Marco Berton

“C’è un’Italia che non può fare a meno di noi”: con questo slogan, il Forum Terzo Settore lancia la campagna di comunicazione “#Nonfermateci”, promossa da 87 organizzazioni rappresentative di oltre 350mila tra associazioni di volontariato, di promozione sociale e imprese sociali (con un altissimo numero di operatori coinvolti, tra volontari e lavoratori), per sensibilizzare le istituzioni sull’importanza di sostenere concretamente attività davvero essenziali come quelle rivolte alle persone.A spiegare le ragioni dell’iniziativa è la portavoce del Forum Claudia Fiaschi: “Non possiamo interrompere – dichiara – le attività di chi oggi sostiene migliaia di persone fragili che devono poter continuare a contare su di noi. Un numero destinato a crescere irrimediabilmente dopo la fine di questa emergenza, quando saremo costretti a confrontarci con ancora più povertà e diseguaglianze. Per questo chiediamo alle Istituzioni di non fermarci, ma anzi di aiutarci a continuare il nostro lavoro che rischia altrimenti di cessare”.

#Nonfermateci si concretizzerà attraverso la realizzazione di cinque card fotografiche che hanno l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza e le stesse istituzioni sull’importanza del terzo settore, vero e proprio motore delle relazioni e della coesione sociale,  nel supporto alle persone più fragili: “Il Terzo settore – spiega Fiaschi – è un comparto fondamentale della società e dell’economia, in grado di impegnare quasi un milione di lavoratori. Gli effetti di questa crisi indeboliranno la nostra società colpendo soprattutto le persone in difficoltà materiale e in marginalità sociale. Terminata la fase di emergenza il nostro Paese potrà rialzarsi solo se avrà saputo sostenere chi si è sempre occupato di proteggere le persone. Per questo chiediamo a Governo e Parlamento aiuti concreti, c’è un’Italia che non può aspettare”.

Per ulteriori informazioni: https://www.forumterzosettore.it/

Categories: News

Comments are closed.