Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

indexMartedì 1 luglio La Salute in Comune ha visto protagonista assoluta della serata la S.I.Co – Società Italiana di Counseling.

La S.I.Co., cui è affiliata la scuola Sistema Counseling, prende avvio nel 1993 a Roma, immediatamente a ridosso dell’approvazione dell’Ordine degli psicologi istituito nel 1989. Si costituisce per iniziare a creare una normativa sulla professione di counselor che comincia a diffondersi in Italia ai primi degli anni ’90 del ‘900 dopo essersi largamente diffusa in Europa e negli Stati Uniti fino all’Australia. La scuola offre una cornice professionale al counselor, con relativi obblighi e doveri rispetto allo svolgimento della professione. Assicura una formazione  di tre anni con esame e attestato finale e punta soprattutto sul mantenimento successivo e continuo di formazione e competenze.

Il counseling è una professione al servizio della persona che germoglia nell’ambito psicologico ma che se ne districa attuando poco per volta una sua precisa identità, al di fuori e oltre l’ambito sanitario, in cui la psicologia sempre di più, si riconosce. La figura del counselor è una  professione emergente, che ha come obiettivo l’affiancamento della persona – adulto o bambino – durante le difficoltà quotidiane. L’intervento professionale si basa su tecniche di comunicazione consapevole, approccio corretto al momento del bisogno e supporto alla persona con il dialogo per trovare soluzioni ad hoc tramite ascolto, dialogo e relazione interpersonale.

Il counseling si sta rapidamente affermando in ogni campo dove sia rilevante la capacità di comunicazione e relazione: nelle professioni di aiuto a individui, coppie e famiglie, in comunità e ospedali, scuole e università, aziende. L‘intervento è mirato a evidenziare e sostenere le risorse individuali e a promuovere le competenze personali e interpersonali, per costruire relazioni feconde e costruttive con l’ambiente di ita professionale e raggiungere gli obiettivi individuali e di gruppo secondo espressioni libere e creative.

Il counseling fa parte dell’ambito delle professioni d’aiuto come gli psicologi, gli assistenti sociali e gli educatori. Unica e fondamentale differenza è che il counselor si trattiene sul piano relazionale e dell’esistenza dell’utente in base alle problematiche dello stesso e proponendo soluzioni. Rispetto alle altre professioni si basa sull’esistenza e non sulla psiche, non sulla patologia o la malattia come eventualmente un medico. Il counselor si confronta con la persona in carico, dà valore al problema e porta l’utente a capirne il perché.

Gli ambiti di intervento sono molteplici: esistenza, vita, contrasti quotidiani, dallo studio al lavoro alla famiglia, questioni conflittuali e relazionali e porta a avorire lo sviluppo della persona. Il counseling si può declinare anche in vari ambiti laorativi:  counseling scolastico, sanitario, professionale, si tratta delle abilità di counselor di professionisti: medico counselor, insegnante counselor, direttore d’azienda counselor, avvocato counselor, sono abilità che i professionisti utilizzano nel loro lavoro.

Per Associazione Volonwrite
Vittoria Trussoni

Leave a Reply