Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Tre amici di vecchia data e un sogno comune, raggiungere Tokyo in camper. A rendere l’impresa ancora più straordinaria è la disabilità motoria di uno dei viaggiatori: Sami, infatti, è in carrozzina ma la sua grande determinazione ha portato alla nascita del progetto “Sami around the world”,  che nelle ultime settimane sta facendo parlare di sé nel tentativo di raccogliere i fondi necessari alla sua realizzazione.

L’ultima delle presentazioni, in ordine cronologico, è andata in scena presso la sede di AIAS Associazione Italiana Assistenza Spastici. A raccontare la nascita del progetto è Andrea: “Conobbi Sami – spiega – sedici anni fa grazie a un amico comune: dopo diverse esperienze fatte insieme ecco l’idea del viaggio in Giappone, che in cinque mesi ci porterà ad attraversare Slovenia, Croazia Serbia, Montenegro, Bosnia, Albania, Grecia, Turchia, Georgia, Azerbaigian, Turkmenistan, Uzbekistan, Kazakistan e Russia”.

L’avventura partirà ad aprile con l’obiettivo di arrivare in tempo per l’inizio dei Giochi Paralimpici: “Siamo viaggiatori abituali – aggiunge Annalisa – e volevamo regalare a Sami il sogno di partire con noi: nel nostro itinerario porteremo avanti la lotta alle discriminazioni verso le persone con disabilità e vorremmo dimostrare a tutti l’importanza di non fermarsi davanti alle difficoltà”.

Chi volesse sostenere economicamente il progetto “Sami around the world” può fare una donazione attraverso la piattaforma di crowdfunding GoFundMe.

Sami around the world sul web e sui social:

Sito

Facebook

Instagram

 

 

Categories: News

Comments are closed.