News

Dal trasporto carrozzine alla guida disabili, le soluzioni di accessibilità dei veicoli Ford

Non solo guida e trasporto: da Ford una serie di soluzioni anche per l’accesso facilitato in auto, per rendere l’esperienza di viaggio sicura e piacevole per tutti

ford-adattamenti-auto-accessibilità-guida-disabili

Coerentemente con i principi del proprio fondatore Henry Ford, da sempre Ford Italia fa della responsabilità sociale un obiettivo nel suo essere leader nel mercato dell’automotive, offrendo automobili sempre più tecnologicamente avanzate ed accessibili.

Proprio sul fronte accessibilità, è dalla partnership con l’azienda specializzata Focaccia Group che è nata una serie di modelli in grado di soddisfare ogni esigenza di mobilità di persone diversamente abili sia per ciò che riguarda il trasporto di utenti in carrozzina come pure la guida, offrendo una gamma di vetture e di soluzioni che consentono all’utenza privata, oltre che professionale, di godere della altissima qualità dei mezzi Ford.

ford adattamenti auto accessibilità guida disabili

I MODELLI FORD PER TRASPORTO DISABILI – Per quanto riguarda il trasporto, Ford propone veicoli che possono essere riconfigurati in pochi secondi e che sono adattabili alle diverse esigenze (lavoro, tempo libero).Tra i modelli, troviamo i Ford Transit e i Tourneo , nella versione Custom o Connect, che possono ospitare più di un passeggero in allestimento ford entrata pedana carrozzina guida disabili accessibilecarrozzina, sviluppati intorno al concetto di Easy=Safe di Focaccia, un principio che coniuga sicurezza e rapidità di utilizzo. Per una accessibilità a tutto tondo, troviamo anche la monovolume di casa Ford: Ford B–Max dotata di porte scorrevoli per gli accessi posteriori.

ACCESSO AL VEICOLO IN CARROZZINA – La grande versatilità di queste soluzioni è data dalle scelte di allestimento: in primis quelli con l’innovativo sollevatore Fiorella Slim Fit, capace di sollevare fino a 250 kg e di estendersi e ripiegarsi completamente con grande velocità.

In alternativa, ci sono i veicoli dotati di sollevatori doppio braccio: particolarmente adatti per soddisfare le esigenze di trasporto pubblico, sono dotati di pedana telescopica e maniglioni di sicurezza. Tra gli strumenti per consentire l’accesso della carrozzina al veicolo, le rampe telescopiche e pieghevoli: una soluzione pratica e di facile utilizzo. Realizzate in materiali resistenti, sono dotate di agganci rapidi e sicuri e dispositivi di bloccaggio di trasporto.

Altro strumento per caricare a bordo la sedia a rotelle, è la gruetta carica carrozzina. Disponibile in vari modelli, ha capacità di carico fino a 180 kg e, in abbinamento con altri accessori, può integrare al meglio soluzioni di allestimento efficaci.

AUSILI PER L’ENTRATA E L’USCITA – La base girevole Turn Out agevola l’ingresso e l’uscita dall’auto alle persone con entrata assistita ford adattamenti autodisabilità motoria senza carrozzina, grazie al suo sistema di rotazione e di traslazione. Grazie alla piastra Turn Out, infatti, il sedile ruota, in modo manuale o automatico, fino a fuoriuscire dall’abitacolo, permettendo così alla persona un’entrata più agevole. Sempre per facilitare il trasferimento da e per il sedile, è disponibile inoltre la ribaltina Turbo Slide: si può installare sia sul lato passeggero che guidatore, e permette un facile accesso al veicolo.

SOLUZIONI DI GUIDA – Oltre al trasporto, Ford propone dispositivi per la guida che consentono all’utente volante adattato guida disabili fordcon disfunzioni agli arti superiori o inferiori di guidare nella massima sicurezza ed autonomia. Tra i dispositivi per adattare il veicolo, la gamma Ford propone: gli acceleratori al volante, le leve freno, le prolunghe pedali, la possibilità di invertire i pedali, le monoleve, centraline al volante e diverse impugnature del volante.

Fonte: ileanaargentin.it

(s.c./s.f.)

Post precedente

Arianna : un innovativo sistema che guida i disabili visivi con lo smartphone

Prossimo post

I robot che aiutano ad usare le mani

The Author

Simone Croce

Simone Croce

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1990 e mi definiscono il cuore sportivo del gruppo: non c’è disciplina sportiva – olimpica e paralimpica – di cui non abbia notizia in merito a punteggi, giocatori, livelli in classifica.

Nell’ultimo anno, mi sono lanciato in una nuova avventura di speaker radiofonico e conduttore di video interviste scoprendo un lato di me ironico e socievole.

Sulla redazione di articoli ancora ci sto lavorando… non a caso il mio soprannome è quello di “uomo sintesi”….. ce la farò (e ce la faranno i miei colleghi Volonwrite!) a cavarmi più di due righe?