News

Dallo sport alla cucina: gli atleti dell’Asad Biella pronti a diventare “Special Chef”

Gli atleti dell’Asad Biella ora sono pronti a “gareggiare” anche ai fornelli. In un territorio sempre attento e sensibile alle attività a favore dei diversamente abili, ora nasce «Special Chef»: si tratta di un corso, al quale hanno già aderito una dozzina di atleti, che insegna ai disabili cucinare e che culminerà con una cena benefica di gala e un concorso (in agenda il 24 marzo) in occasione dei festeggiamenti per i 20 anni di attività proprio dell’associazione Asad Biella.

Il progetto ha ottenuto il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio e proseguirà fino ad aprile. In vista del 24 marzo i corsisti di «Special Chef» insieme agli studenti dei 4 istituti alberghieri di Biella-Cavaglià, Trino, Varallo e Gattinara daranno vita ad un concorso durante la cena di beneficenza, la location è il salone delle feste della Domus Laetitiae a Sagliano Micca. «L’evento del 24 marzo – spiegano i dirigenti dell’Asad -, è la giusta occasione per celebrare i 20 anni della società che quest’anno coinvolge fino a 120 atleti con disabilità e una quarantina di atleti partner che saranno protagonisti ai prossimi giochi estivi di Special Olympics».

Con il supporto dello chef Stefano Napolitano e l’educatrice Raffaella Bilotti, i dodici corsisti speciali si divertono alle prese con frutta e verdura, teglie e fornelli. «Io sono capace di fare la torta – spiega Chiara, giocatrice di bocce, calcando il suo cappello da chef -, ma qui ho imparato a prepararmi la spremuta d’arancio, il succo di frutta, e con lo chef Stefano la pizza e la pasta». Loa (golfista) e Stefano (nuotatore) intervengono: «Con Raffaella abbiamo cucinato i panzerotti ripieni e i salatini». Il tutto in attesa di mettersi alla prova davanti agli ospiti invitati per la serata del 24 marzo.

Fonte: lastampa.it

(s.c./l.v.)

Post precedente

Bebe Vio premiata ai Laureus Awards

Prossimo post

Tripudio italiano in Coppa del Mondo di scherma in carrozzina

The Author

Simone Croce

Simone Croce

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1990 e mi definiscono il cuore sportivo del gruppo: non c’è disciplina sportiva – olimpica e paralimpica – di cui non abbia notizia in merito a punteggi, giocatori, livelli in classifica.

Nell’ultimo anno, mi sono lanciato in una nuova avventura di speaker radiofonico e conduttore di video interviste scoprendo un lato di me ironico e socievole.

Sulla redazione di articoli ancora ci sto lavorando… non a caso il mio soprannome è quello di “uomo sintesi”….. ce la farò (e ce la faranno i miei colleghi Volonwrite!) a cavarmi più di due righe?