News

DiritTO…verso una Torino più accessibile

Oltre ai due servizi annunciati dalla CPD per favorire il turismo accessibile, durante il 3 dicembre, Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, è stato presentato un altro importante progetto: DiritTO 2016. L’obiettivo è quello di candidare la città di Torino al premio Access City Award nel 2021, con un piano quinquennale di sviluppo; per l’Italia si tratterebbe di un’importante “prima volta”.

L’Access City Award, riconoscimento istituito dalla Commissione Europea, ogni anno premia la città che ha migliorato in maniera più significativa la propria accessibilità sotto diversi punti aspetti come i trasporti, l’informatica, la comunicazione o i servizi pubblici, e abbia in serbo ulteriori iniziative per incrementarla. DiritTO 2016 si basa sul presupposto che l’allungamento dell’aspettativa di vita media e l’incidenza di malattie invalidanti, oltre alle varie forme di disabilità fisico/motoria, intellettiva e sensoriale, necessitino di una maggiore e più adeguata attenzione.

Il gruppo di lavoro di DiritTO 2016 è composto da persone con provenienze e competenze eterogenee: ne fanno parte Angelo Catanzaro (Presidente AIPS), Paolo Manfredo (web designer), Angelo Castrovilli (Consigliere Comunale), Gianvito Pontrandolfo (Presidente Ecoborgo Campidoglio), Giuseppe Allegranza (Dirigente Città Metropolitana Torino), Alessandro La Noce (sociologo), Sara Cariola (Consigliere Comunale), Ester Becchio (Ex Farmacie Comunali Torino), Giuseppe Giove (Informatore Scientifico), Elena Manzi (Educatrice Progetto Prisma), Gabriele Maestà (SEA Italia, Servizio Emergenza Anziani), Gabriella Casolari (casalinga) ed Emanuela Ranucci (Responsabile Comunicazione, videomaker). Entrando nel dettaglio, il progetto è stato suddiviso in tre filoni, a loro volta delclinati in più settori: parliamo di città e disabilità (che comprende sport e tempo libero, casa, mobilità, accessibilità e vita indipendente), di cultura e bellezza (cultura, turismo, scuola, musei e arte) e di nuovo welfare/diritti e partecipazione (solidarietà, lavoro, pari opportunità, beni comuni e volontariato). Per qualsiasi ulteriore informazione, al momento sono stati pubblicati il sito internet ufficiale e un video di presentazione (sotto).

Durante la conferenza stampa, che si è svolto presso la Sala delle Colonne del Comune di Torino, sono intervenute diverse personalità legate all’accessibilità, tra cui la Presidente di Casa OZ e Consigliere Regionale Enrica Baricco, il Disability Manager di Gruppo Torinese Trasporti Enrico Bordone, il Presidente di AUSER Torino Vittorio Federico e l’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Torino Ilda Curti.

Post precedente

Premio ehealth4all. Al via il bando per presentare le “app” da destinare ai più fragili

Prossimo post

Concuerpos, dalla Colombia la "danza contemporanea inclusiva"

The Author

Marco Berton

Marco Berton