Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

ROMA Le persone con disabilità motoria da oggi anche loro potranno accedere alla tecnologia con un metodo innovativo,semplice ed intuitivo.

Si chiama Click4all funziona come multi-piattaforma che si collega via bluetooth o via usb con computer, tablet e smartphone di qualsiasi sistema operativo.

Attraverso un software grafico è possibile configurare un kit informatico rieducativo-riabilitativo con tutti gli elementi base utili a costruire un sistema su misura per la persona cui è destinato. Le persone con disabilità complesse, che non sono in grado di utilizzare tastiere, mouse e schermi touch screen standard , possono usare oggetti reali, colorati e familiari: toccando un oggetto collegato con l’interfaccia Click4all, la persona può immediatamente interagire con un computer e l’oggetto può essere scelto e cambiato in ogni momento.

Si può controllare un computer attraverso un frutto o un pupazzo perché può essere utilizzato qualsiasi materiale conduttivo: metalli, acqua, tessuti, pongo, disegni a matita.

Il sistema, vincitore del bando Think for Social di Fondazione Vodafone, è stato progettato da  Asphi Onlus, in collaborazione con AlmavivA e l’Istituto Leonarda Vaccari. Da lunedì ha preso il via la sperimentazione che durerà dieci mesi e prevede il coinvolgimento di un gruppo di utenti dell’Istituto Vaccari, educatori e familiari, al fine di verificare se il ricorso a Click4all incentivi la partecipazione delle persone con gravi disabilità di tipo cognitivo e/o motorio e l’uso delle tecnologie.

Attraverso interfacce adattabili Click4all cerca di costruire un sistema su misura per la persona cui è destinato rispetto alle sue abilità e capacità cognitive, motorie e sensoriali.

Fonte: metronews.it

(s.c./l.v.)

Categories: News

Comments are closed.