News

Disabilità, verso la Giornata Onu: “i 17 obiettivi per il futuro che vogliamo”

Mancano meno di 10 giorni alla ricorrenza, che le Nazioni Unite celebrano dal 1992 il 3 dicembre di ogni anno. Tema di questa edizione, 17 obiettivi di sviluppo sostenibile e un mondo “inclusivo”, da raggiungere entro il 2030. Dalla scuola alla salute, dall’accessibilità alla crescita economica.

“Achieving 17 goals for the future we want”, ovvero “Raggiungere 17 obiettivi per il futuro che vogliamo”: è questo il tema della 25a Giornata Onu delle persone con disabilità, che dal 1992 si celebra il 3 dicembre di ogni anno. Obiettivo della ricorrenza è promuovere conoscenza, informazione e sensibilizzazione e sostenere i diritti e il benessere delle persone con disabilità in tutto il mondo, favorendone la piena integrazione in ogni aspetto della vita politica, sociale, economica e culturale. Quest’anno, l’attenzione è centrata sugli “Obiettivi per lo sviluppo sostenibile” (Sdgs), fissati nel 2012 dalla Conferenza Rio 2012: 17 “goals”, che riguardano lo sviluppo dal punto di vista ambientale, economico e sociale e vanno centrati entro il 2030.
Ma in che modo la disabilità ha a che fare con questi obiettivi? In 11 modi diversi, visto che tante sono le volte che questa viene esplicitamente menzionata nel testo che contiene gli obiettivi. Quattro quelli che contengono questi riferimenti: sono quelli in cui si parla di istruzione, lavoro, uguaglianza, accessibilità.

Continua a leggere su Redattoresociale.it

Data: 24/11/2016

Post precedente

Trofeo Alberto Nappi: Insuperabili primi da soli

Prossimo post

Veronica, scrittrice in erba e di successo: "La disabilità? Un dono, mi spinge a lottare"

The Author

redazione

redazione