News

Dove andare in viaggio o al ristorante con un figlio autistico? Te lo dice una app

Nel sito e nella nuova app di “Per noi autistici”, un network di scambio informazioni per famiglie con figli autistici per poter viaggiare e uscire di casa in piena serenità.

Sono molte le occasioni in cui una famiglia con un figlio autistico rinuncia a viaggiare, a uscire, anche solo ad andare al bar per una colazione speciale. Questo perché non è improbabile che le persone che si incontrano e ci circondano non sappiano comprendere ed accettare le “stranezze” di quel bambino o ragazzo, facendoci imbattere in sguardi accigliati e colpevolizzanti che fanno intendere la poco gradita presenza in quel locale o luogo pubblico.

Non dappertutto fortunatamente è così talvolta si incontrano persone accomodanti, attente e coscienti di cosa sia l’autismo e di quali possano essere le sue espressioni. Chi trova luoghi come questi – siano essi hotel, bar, ristoranti o parchetti cittadini – sa di aver trovato una perla rara e di poter contare su un luogo “sicuro” in cui potersi svagare con la famigliasenza doversi scusare, dare spiegazioni, sentire in difetto.

L’IDEA DI RETE – Per permettere ed incoraggiare la condivisione delle informazioni rispetto  aqueste “oasi di pace” nel quale le famiglie con un componente autistico possano sentirsi accolte, o quantomeno non giudicate, il network “Per noi autistici”  ha realizzato un’applicazione per smartphone con la facoltà di creare una rete sociale tra persone che hanno a che fare con l’autismo e vogliano aiutare, grazie alle proprie conoscenze, tutti gli altri utenti.

APPLICAZIONE E SITO WEB – Partendo dai contenuti del sito web del network (www.pernoiautistici.com) è in via di realizzazione la nuova app, dal nome omonimo “Per noi autistici”, che sarà rilasciata a breve sia per sistema Android che iOS. La app conterrà varie sezioni grazie alle quali si potrà comodamente fruire delle news in tempo reale pubblicate sul sito, della web radio, della sezione dedicata agli eventi e soprattutto dellasezione “per noi”. Grazie alla presenza di una mappa d’Italia sarà possibile individuare, regione per regione, i punti d’ interesse più utili al quotidiano di famiglie con figli autistici, i luoghi autism friendly, consigliati da altre famiglie con le stesse necessità.

AUTISM FRIENDLY – Attraverso l’app o il portale web sarà possibile consigliare, indicandoli su una mappa grazie alla geolocalizzazione del proprio smartphone, luoghi preposti al tempo libero (attività ludiche e sportive), alla ristorazione, all’accoglienza alberghiera per viaggi e vacanze autism friendly, dando così visibilità ai servizi e alle strutture che tengono conto delle esigenze specifiche dei ragazzi con problemi di autismo e delle loro famiglie. Sarà inoltre possibile valutare la qualità del servizio o della struttura attribuendo un punteggio in ragione del livello di soddisfazione percepito.

INVITO A PARTECIPARE – Attualmente la mappa della sezione “per noi” dell’applicazione (già scaricabile per android su Play Store), già consultabile dalla versione desktop del sito contiene (che già potete consultare nella versione desktop) tutte le sedi ANGSA, che, trovandosi in tutta Italia, permettono di garantire dei riferimenti visibili di persone che sanno cosa sia l’ autismo e conoscono le risorse del loro territorio. Gianluca Nicoletti, giornalista de La Stampa Radio24 e ideatore del network “per noi autistici”, invita chiunque a condividere informazioni dei luoghi in cui si reca volentieri con i propri figli perché sa di trovare persone gentili e sorridenti, o magari persone che sanno cosa sia l’ autismo, che mettono a proprio agioanticipando alcuni bisogni particolari della famiglia e del ragazzo; ad esempio un tavolo tranquillo, un menu particolare, delle posate non pericolose ecc.

COME CONTRIBUIRE – Iniziare a dare il proprio contributo all’app è semplicissimo: è sufficiente compilare il modulo alla pagina dedicata, dove effettuare la propria segnalazione. La compilazione non richiede registrazione e può essere anche anonima. I responsabili dell’applicazione si occuperanno di verificare tutte le informazioni inserite e includeranno le segnalazioni nella mappa rendendole visibili a tutti.

 

Fonte: Disabili.com

Post precedente

Ibm sperimenta un'app per aiutare i disabili a trovare lavoro

Prossimo post

Gli atleti convocati dalla FISPES per i Mondiali di atletica leggera di Londra

The Author

Federico Stella

Federico Stella