News

Due giovani spagnoli dicono basta alle vecchie stampelle

Kmina è il nome delle moderne stampelle ortopediche che non causano dolori collaterali. Tutto grazie a una speciale impugnatura che consente di ripartire il peso del corpo anche sull’avambraccio, evitando di caricare solo l’ascella e la mano come accadeva fino ad ora. L’idea nasce da due giovani ingegneri meccanici spagnoli che, dopo aver sofferto loro stessi diversi infortuni sportivi, si sono messi all’opera scoprendo che era dai tempi dell’antico Egitto che la struttura di questo ausilio per la mobilità non è sostanzialmente mai cambiata. Così, insieme alla collaborazione del reparto di traumatologia dell’ospedale di San Sebastián de los Reyes, hanno realizzato il primo prototipo. E visto i numerosi feedback positivi hanno messo su un’azienda che già commercializza le loro stampelle in Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

Fonte: west-info.eu

(s.c./mjp)

Post precedente

Riconoscimento internazionale all’accessibilità di Lucca

Prossimo post

L'Italia dell'ice sledge hockey seconda in Norvegia

The Author

redazione

redazione