Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

di Coryse Farina

Fino al 14 giugno è in programma la mostra “Fabbricanti di Universi”, a cura di Forme in bilico e MUFANT e promossa nell’ambito del Progetto AxTo della città di Torino. Grazie al contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, numerosi artisti irregolari hanno la possibilità di esporre e mettere in risalto le proprie opere nel cuore pulsante della città. L’esposizione durerà ben 3 mesi e sarà composta da dipinti, sculture, arte digitale, installazioni, illustrazioni, disegni ed opere di assemblage e collage.

Le opere esposte sono legate tra loro da unico tema: la fantascienza. Come lascia intendere il titolo “Fabbricanti di Universi”, ispirato ai celebri romanzi di Philip José Farmer, la mostra è un continuo vortice che ci permette di spaziare tra universi paralleli. Questi mondi rispecchiano il pensiero e l’immaginario creativo e fantascientifico di artisti irregolari, nazionali ed internazionali.

Per entrare ancor di più nel tema degli universi paralleli, la mostra non si sviluppa in un’unica sede, ma è frammentata in diversi punti chiave della città di Torino: la galleria InGenio Arte Contemporanea, InGenio bottega d’arti e antichi mestieri, il Mercato Coperto di Porta Palazzo, due spazi sotto la Mole, l’Housing Luoghi Comuni, il Primo Liceo Artistico in Vanchiglietta, il Liceo Albert Einstein in Barriera di Milano e il MUFANT- MuseoLab del Fantastico e della Fantascienza.

Un viaggio attraverso l’arte e la fantascienza che esplora la parte più intima dell’inconscio di ognuno di noi.

Gli artisti di “Fabbricanti di Universi”:

Grazie ai curatori artistici della mostra Tea Taramino, Silvia Casolari, Davide Monopoli e Alberto Taverna, ogni opera trova la giusta collocazione tra i muri delle location scelte: sono ben 23 gli artisti selezionati per esporre e, tutti con grande dimestichezza, rappresentano figure ibride e astratte, sculture di supereroi, navicelle spaziali, racconti digitali, galassie e plastici di città fantascientifiche dai colori sgargianti. Gli artisti realizzano opere con le tecniche più svariate, ricercando sempre l’innovazione, la creatività e l’estetismo.

Massimo Mancini, ad esempio, sulle orme delle sculture Ottocentesche sceglie di raffigurare, in chiave decisamente moderna, eroi antichi e contemporanei. Grazie all’argilla realizza sculture di supereroi Marvel o di grandi imprese nello spazio, come il primo sbarco sulla luna. Tutte le sue opere sono volutamente lasciate grezze e incolori.

Simone De Filippo, invece, si ispira al colossal fantascientifico Star Wars per proporre disegni realizzati e colorati a mano libera. Le navicelle spaziali sono parte integrante di tutte le sue opere e le tinte utilizzate, prevalentemente composte da colori primari, presentano centinaia di sfumature tipiche dell’impressionismo, che vanno dal blu intenso all’azzurro chiaro.

La giovane creazione

Sono due gli artisti ancora minorenni che hanno illuminato la mostra: Anna Magliano e Giacomo Marra.

Anna, già nota alla stampa dal 2014 per le sue grandi doti di pittrice, presenta un’opera chiamata Oltre, l’ingrandimento di un disegno realizzato con Paint e Photoshop: i suoi paesaggi e orizzonti vengono dipinti con straordinaria maestria solamente grazie al movimento della testa e al pennello posizionato tra le labbra.

Giacomo Marra, giovane liceale, realizza personaggi disegnati a mano per poi inserirli in luoghi e contesti diversi grazie a Photoshop. Un’arte innovativa che mescola tecniche antiche e moderne. Due giovani estremamente promettenti, dunque, che speriamo di rivedere ancora.

Massimo Mancini, Simone de Filippo, Anna Magliano e Giacomo Marra sono solo alcuni degli artisti esposti. Non esitate a scoprire anche le opere di Massimo Ambrogio, Aret Boduryan, Arcangelo Bonfitto, Jonis Andrea Castrogiovanni, Paolo S. Cavazza, Fannidada, Filippo Fontana, Mauro Gottardo, Vera Hammil, Komplex Live Cinema Group, Francois Krygier, Ermanno Lattini, Mexi Lane, Marco Lonardi, Paola Mills, Oby One, Antonio Pedone, Michele Renna e Marco Tursi.

CALENDARIO, SEDI ESPOSITIVE E INAUGURAZIONI

Dal 5 al 23 aprile 2019/ inaugurazione venerdì 5 aprile alle ore 17.00

InGenio Arte Contemporanea, C.so san Maurizio, 14/E

InGenio bottega d’arti e antichi mestieri, Via Montebello 28/B

Dal martedì al sabato dalle 10 alle 19, orario continuato. Ingresso libero

www.comune.torino.it/pass/ ingenio

Dal 5 al 23 aprile 2019/ inaugurazione venerdì 5 aprile alle ore 18.00

Porta Palazzo Mercato Coperto 5, stand 41/42, Piazza della Repubblica Torino

Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13. Ingresso libero

Dal 5 al 23 aprile 2019/ inaugurazione venerdì 5 aprile alle ore 19.00

Housing Luoghi Comuni, Via Clemente Priocca 3, Torino

Giovedì dalle 17 alle 19,30 e il sabato dalle 10 alle 13. Ingresso libero

www.luoghicomuni.org/ portapalazzo

Dal 14 aprile al 14 giugno 2019/ inaugurazione domenica 14 aprile alle ore 18.00

MUFANT/MuseoLab del Fantastico e della Fantascienza

via Reiss Romoli 49 bis Torino

Dal giovedì alla domenica dalle 15,30 alle 19,00. Inaugurazione ad ingresso libero.

Categories: News

Comments are closed.