La Salute in Comune - 2015

Farmacie Comunali e l’impegno per la Salute… in comune

Farmacie Comunali Torino S.p.A. gestisce le 34 farmacie comunali torinesi, la Parafarmacia Discount di Torino e la farmacia comunale di San Maurizio Canavese. Provvede ad assicurare ai cittadini il servizio farmaceutico, adottando i principi fondamentali di eguaglianza, imparzialità, continuità, partecipazione, efficacia ed efficienza. Il suo impegno è focalizzato a garantire le migliori condizioni per prendersi cura della salute dei cittadini e offrire loro tutta la consulenza necessaria.

Le farmacie comunali infatti, da lunga tradizione, sono state istituite per presidiare le zone più disagiate e meno servite della città per quel che riguarda l’assistenza alla salute. L’attenzione all’utenza trapela dal rapporto umano e professionale che traduce concretamente lo slogan: Farmacie Comunali di Torino, le più vicine a te.

Dal punto di vista organizzativo, l’attività rivolta all’aspetto sociale si espleta in tre modalità: organizzazione di iniziative; partecipazione a progetti; aiuti e donazioni. L’impegno per la salute e quello per il sociale fanno delle Farmacie Comunali di Torino uno degli sponsor ufficiali de La Salute in Comune da ben sette anni, sostenendo la kermesse in accordo con un principio di promozione attiva della salute.

Durante l’inaugurazione di mercoledì 1 luglio Davide Cocirio, Amministratore Delegato delle Farmacie Comunali Torino S.p.A., ha affermato che “la farmacia non è da intendersi come mero supermercato di medicinali, ma come primo punto di accesso e accoglienza per un cittadino che nutre un bisogno“.

La figura del farmacista è quindi una componente importante nella vita di una persona e, continua Cocirio, “si sta cercando di recuperare quel rapporto di fiducia e di relazione con l’utenza, con uno sguardo ai valori del passato, ma ovviamente con delle componenti attuali adatte ai giorni nostri“.

I farmacisti, intesi come figure professionali, forniscono infatti al cittadino risposte e chiarimenti sullo stato di salute e sono in grado di discriminare tra bisogni ai quali può porre rimedio la persona autonomamente oppure valutare se indirizzarlo ad altri specialisti.

A tal proposito le Farmacie Comunali di Torino formano 208 dipendenti affinché l’assistenza sia standard e offra pari consulenza in ognuna di esse. Inoltre l’Azienda, ritenendo che un’efficace e corretta informazione possa contribuire fattivamente alla promozione della salute e al miglioramento del benessere della persona, amplia l’impegno socio-sanitario con la realizzazione della rivista FarmaCom e della collana Prevenzione e Salute di educazione sanitaria volte alla prevenzione di particolari patologie, all’informazione dei corretti stili di vita e alla presentazione dei servizi sul territorio.

Post precedente

Tapporosso, Centrale del Latte: un impegno a 360° per la Salute

Prossimo post

La Salute in Comune 2015: l'inaugurazione

The Author

Vittoria Trussoni

Vittoria Trussoni

Mi chiamo Vittoria, sono nata nel 1985 e se mi chiedete qual è il mio mestiere la risposta è…non lo so.

C’è chi dice una “comunicatrice”, chi una pseudo reporter in erba, chi un’educatrice mancata e chi una mantenuta. Insomma potrei essere tutto o niente, ma tento di fare quello che mi piace, senza troppe pretese dato che non sono specializzata in nulla.

Sono laureata in Lettere ma, al di là di una discreta cultura (che anche lì è da provare), non ho sfruttato al meglio la mia triennale letteraria, preferendo buttarmi nel mondo del sociale. E’ quasi tre anni che collaboro con l’Associazione e grazie alle splendide persone che la popolano e alla educativa esperienza del servizio civile volontario, ho scoperto cosa mi piacerebbe fare nella vita – al di là della fattora eh, ma quella è un’altra storia.

Adoro stare in mezzo alle persone, dedicare il mio tempo agli altri, conoscere, informarmi, curiosare in giro. Fare polemica, ridere, scherzare e soprattutto parlare parlare parlare. Sono un’inguaribile logorroica.

Sono cresciuta senza riconoscere la mia forza, con la perenne paura di sbagliare e di disattendere le aspettative delle persone che mi stavano vicino. Con il tempo ho imparato a cercare la fiducia in me e non negli occhi degli altri. Descritta così sembro perfetta!

In realtà sono permalosa, cocciuta, distratta, casinista e non molto ben disposta ad ascoltare le critiche, soprattutto se penso di avere ragione (sono un ariete, ho detto tutto!) ma sono entusiasta della vita, non amo la negatività delle lamentele.

Ecco, ho scritto già troppo!