La Salute in Comune - 2014

Fiori e composizioni

DSCN9683La Cooperativa Sociale Croma è nata nel 1994, opera in ambito socio-sanitario, assistenziale, educativo e dei servizi alla persona. Attraverso molteplici attività si pone come obiettivo il sostegno e la vita comunitaria con ragazzi con disabilità intellettiva, la continuità lavorativa e una migliore condizione economico-sociale dei suoi soci.

Si propone quindi, di favorire il miglioramento delle realtà sociali nei territori in cui opera, privilegiando gruppi sociali, e attività socio-culturali di realtà solitamente messe in secondo piano.

La cooperativa Croma, oltre ad aderire alla Lega delle cooperative, è partner della Cooperativa Sociale Il Margine, gestisce servizi di tipo residenziale, semi residenziale, territoriale, domiciliare e progetti individualizzati; opera nell’ambito della disabilità, della psichiatria, anziani e inserimento lavorativo, attraverso molteplici servizi quali: residenze-comunità alloggio, centri socio terapeutici, centri diurni, centri di lavoro guidato, progetti individualizzati e laboratori come: teatro, sartoria, serigrafia, falegnameria, informatica.

Lessico Tessuto, ad esempio, è un  laboratorio di sartoria che viene magicamente definito la Bottega del bello pedagogico perché chi la frequenta, oltre a renderla un luogo produttivo, può attraverso di essa esprimere se stesso. Essere parte di un progetto, il costruire comune, il contatto, la ricerca, lo stupore e l’attesa dei tempi di lavoro, sono rintocchi di vita attiva quotidiana che nel percorso di ogni giorno  mirano a una crescita socio-terapeutica.

Alla salute in comune è stato presentato, da entrambe le cooperative, il laboratorio Artelier – Fiori e composizioni, un’attività che si è svolta elaborando e intagliando carta colorata e si è conclusa con bellissime composizioni.

Per Associazione Volonwrite
Manuela J. Pavia

Post precedente

Un motore di ricerca per una comunità attiva

Prossimo post

La Salute in Comune 2014 - TG 11 Luglio

The Author

Manuela Pavia

Manuela Pavia

Ciao, sono Manuela J. collaboratrice della redazione multimediale per la comunicazione sociale del servizio Passepartout. Nel raccontarmi vi confesso che fin da bambina ho avuto una spiccata predisposizione per l’arte, questo mi ha portata crescendo a seguire un percorso di studi nel settore! A seguito della mia scelta di Servizio Civile, che ho svolto come educatrice presso l’oratorio Salesiano San Luigi, la mia formazione da li in avanti verte su una scelta più di tipo sociale/educativo. Partecipo come volontaria a diverse associazioni, tra cui A.V.O, Croce Rossa Italiana, ecc… A seguito di un incidente a cavallo nel 2011, entro nel mondo della disabilità, da qui la scelta di rimettersi in gioco; partecipo alle selezioni e supero un concorso di Borsa Lavoro indetta dal Servizio Passepartout del Comune di Torino. Conosco così l’associazione VolonWrite, dove trovo un ambiente giovane ed energico, mi appassiono così sempre più alla comunicazione sociale. Oggi si parla molto di inclusione sociale, di non discriminazione e di diversità…

Per me ogni individuo è diverso dall’altro perché è nella sua natura la sua splendida unicità, la disabilità è una “diversa” condizione di vita, penso però che ogni persona ha delle capacità che devono essere sviluppate e delle lacune che possono essere colmate!
M.J.P.

Che cos’è la diversità…? […]«E' grave voler essere tutti uguali, perché questo significa forzare la natura, significa andare contro le leggi di Dio che, in tutti i boschi e le foreste del mondo, non ha creato una sola foglia identica all'altra.» Paulo Coelho

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *