Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

La Consulta per le Persone in Difficoltà di Torino ha un nuovo presidente: il Consiglio ha infatti eletto, come successore del dimissionario Gabriele Piovano, la direttrice dell’associazione Rubens Francesca Bisacco. Volonwrite l’ha intervistata per congratularsi e capire quali saranno gli obiettivi del prossimo futuro.

Presidente, quali emozioni ha provato al momento dell’elezione?

Emozioni forti perché sono consapevole dell’onore e della responsabilità di questa elezione: sono in contatto con la CPD da tanto tempo e sono molto affezionata alla mission che porta avanti. Il mio desiderio è quello di proseguire su questa strada con una piccola preoccupazione riguardo il doppio incarico; con il direttore Giovanni Ferrero c’è comunque un’ottima intesa e lo staff è già conosciuto, quindi sono molto ottimista sul raggiungimento degli obiettivi prefissati.

La sua elezione avviene a pochi giorni dai festeggiamenti per la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità: che effetto fa diventare presidente in prossimità di un evento così importante?

Si tratta di un momento importantissimo: sarò presente a quasi tutti gli eventi e, in particolare, alla consegna dei “Premi 3 dicembre” nel corso dello spettacolo teatrale “Affetti clinici” al Teatro Nuovo. Non è l’unica curiosità: sono anche la prima presidente donna e la prima senza disabilità:  quest’ultimo aspetto non credo influirà perché le ferite possono anche essere interne, sono vicina alla sofferenza e mi occupo di disabilità da più di dieci anni; per questo sento di avere le competenze per poter essere in linea ai principi di CPD.

Cosa pensa di poter dare a CPD e cosa poter ricevere in cambio?

Porterò tutta la mia esperienza nel settore della disabilità intellettiva imparando qualcosa in più sulla disabilità motoria, ci sarà uno scambio costruttivo. In passato mi sono occupata di accompagnamento di giovani verso percorsi di autonomia e formazione finalizzati all’inserimento lavorativo: è una missione condivisa dal direttivo, quindi il prossimo anno lavoreremo nella direzione della formazione, dell’informazione e dell’avviamento all’autonomia.

A proposito, quali sono gli obiettivi della sua presidenza?

Oltre a quelli già citati, CPD ha deciso di incrementare gli aspetti informativi attraverso la Cipidillo TV, iniziativa che sta dando voce alle associazioni parte della sua rete: riteniamo di fondamentale importanza lavorare insieme alle realtà territoriali con l’obiettivo di aumentare il numero delle associate; a loro offriremo l’opportunità di una maggiore visibilità proprio attraverso il canale web e il dialogo con istituzioni ed altri enti.

Che rapporto si aspetta di avere con le istituzioni pubbliche?

Come sempre un rapporto di collaborazione e scambio perché CPD offre una fotografia del territorio in grado di dare uno strumento operativo concreto nel campo delle disabilità.

In chiusura, vuole ringraziare qualcuno?

Ringrazio il Consiglio che mi ha eletto, tutto lo staff che mi sostiene e mi ha accolto ma, soprattutto, i volontari che tengono in piedi servizi preziosissimi per le persone in difficoltà nel territorio di Torino e non solo.

Categories: News

Comments are closed.