Per ridere un po'... lo stupidario della disabilità

Giovane disabile minaccia di suicidarsi in casa: la polizia interviene ma lo uccide

Tiro a segno

Il figlio schizofrenico minaccia di suicidarsi, i genitori chiamano la polizia. Gli agenti accorrono, sparano e uccidono il disabile. Un video girato con il cellulare dai genitori mostra le sconvolgenti immagini dell’accaduto

Giovane disabile minaccia di suicidarsi in casa, poliziotti accorrono e lo uccidono
Michael Blair è uno schizofrenico di 26 anni con propositi suicidi di Houston, Texas. Dopo l’ennesima minaccia di porre fine alla sua vita, i genitori, disperati chiamano il numero delle emergenze. Quando arrivano gli agenti, il ragazzo si chiude nel bagno. Gli agenti aprono la porta con un calcio e alla vista di un coltello brandito dal disabile prima gli scaricano addosso il taser (la pistola elettrica che immobilizza) e poi gli sparano 11 proiettili uccidendolo.

La scena è ripresa integralmente dai genitori che scoppiano in lacrime dopo gli spari urlando agli agenti: «lo avete ucisso, lo avete ucciso!». Il video è stato pubblicato poche ore fa, mentre l’episodio è accaduto circa un anno fa. Dopo una breve indagine interna del loro dipartimento, contro gli agenti non è stato preso nessun provvedimento. Oggi la famiglia del disabile pubblica il video perché chiede un’indagine più approfondiata: «Quello che chediamo – afferma la mamma della vittima Kimberly Blair Olaniyi – è che venga riconoscito ciò che a noi appare chiaro e limpido, cioè che gli agenti hanno superato dei limiti che non dovevano superare, finendo con il compiere un’azione brutale».

A volte, purtroppo, la realtà supera l’immaginazione…

Fonte: http://www.ilmessaggero.it

Post precedente

A Londra il disabile mentale muore prima

Prossimo post

Nuovi media e scuola...uno scenario possibile

The Author

redazione

redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *