NewsSport&Disabilità

I Fantino Boys si sono presentati al pubblico di Chivasso

Signore e signori, da lunedì il Piemonte ha una nuova squadra di wheelchair hockey, l’hockey in carrozzina praticato da persone con ridotta capacità motoria, in modo particolare con distrofia muscolare. Il nuovo sodalizio sportivo ha sede a Chivasso e prende il nome di ASD Fantino Boys.

La disciplina sportiva denominata wheelchair hockey nacque in Olanda nel 1982, dove si disputò il primo campionato ufficiale su iniziativa e volontà di un gruppo di giovani atleti affetti da distrofia muscolare. In Italia fu la UILDM a importarlo nell’ormai lontano 1991, decisa più che mai a dare un’opportunità sportiva a ragazze e ragazzi con ridotte e ridottissime funzionalità motorie. Il Campionato Italiano è organizzato dalla FIWH (Federazione Italiana Wheelchair Hockey), costituita nel 2003 in sostituzione della vecchia Wheelchair Hockey League e iscritta al Comitato Italiano Paralimpico, ed è suddiviso in Serie A1 (due gironi) e Serie A2 (quattro gironi); attualmente le squadre iscritte ai due campionati sono 29.

Il wheelchair hockey viene praticato al chiuso: il campo di gioco misura 16 metri in larghezza e 28 in lunghezza, mentre le porte sono larghe 250 centimetri e alte 20. Le squadre sono composte da cinque giocatori ciascuna e lo scopo del gioco è quello di segnare nella porta avversaria, evitando di subire gol nella propria.

L’ASD Fantino Boys di Chivasso è stata presentata lunedì, al PalaLancia di Chivasso, alla presenza dei suoi vertici: il Presidente Luigi Lione, la Vice-Presidente Paola Chicarella ed il Segretario Dario Fantino. Alla cerimonia hanno anche partecipato il Presidente Nazionale della FIWH Antonio Spinelli, il Commissario Tecnico della Nazionale Pietro Ravasi, il Segretario UILDM di Chivasso Antonio Di Rocco, l’Assessore alle Politiche Sociali di Chivasso Annalisa De Col, l’Assessore allo Sport Giulia Mazzoli ed i Consiglieri Comunali Giovanni Scinica e Matteo Doria.

Il Presidente Lione ha rivolto un appello ad eventuali sponsor, nelle parole riportate dal sito Torinoggi.it: «Il nostro obiettivo è quello di partecipare ad alcuni tornei sul territorio nazionale e successivamente quello di iscriverci al campionato. Per sostenere i cospicui costi di attrezzature e trasporto vorremmo invitare privati e aziende del territorio a sostenere la nostra attività attraverso donazioni».

Anche noi di Volonwrite ci uniamo all’appello del Presidente e invitiamo chiunque fosse interessato a contattare la società all’indirizzo e-mail fantinoboys@gmail.com. Ricordiamo che i Fantino Boys sono nati il 12 agosto del 2016 per onorare la memoria di Gabriele Fantino, ragazzo di Villareggia prematuramente scomparso.

Post precedente

Sorprese in coda nel Campionato Alberto Nappi

Prossimo post

Come innamorarsi senza nascondere la propria disabilità

The Author

Marco Berton

Marco Berton