Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Giovedì 10 maggio al Salone del Libro, Fondazione Paideia ha presentato I LIBRI PER TUTTI, un progetto editoriale di inclusione che prevede il commercio di libri illustrati in simboli disponibili in supporti digitali accessibile a tutti.

Il progetto è nato in collaborazione con grosse case editrici quali DeA Planeta Libri, GeMS, Giunti e Mondadori, che hanno deciso di collaborare per rendere possibile questa proposta. I libri per tutti, come ricorda Fabrizio Serra (direttore di Fondazione Paideia) “darà la possibilità di avere accesso ad uno strumento digitale che renderà accessibile la lettura a tutte le persone (con disabilità o stranieri) che ne necessitano”.

I libri diverranno strumenti adatti a chiunque voglia usufruirne e questa nuova modalità di lettura sarà un passo avanti per garantire il diritto e il piacere alla lettura. Il Dottor Arduino (responsabile del C.A.S.A. – Centro Autismo e Sindrome di Asperger – di Mondoví) è intervenuto chiarendo quattro importanti parole che fanno da cornice a questo grande progetto: COMUNICAZIONE per esprimersi e per comprendere un libro con un linguaggio alla portata di tutti, scavalcando quello che per alcuni potrebbe essere incomprensibile (come i normali caratteri nero su bianco); CONDIVISIONE in quanto il libro adattato consente di condividere qualcosa, anche da bambino ad adulto, poiché il linguaggio è compreso da chiunque; PARTECIPAZIONE per disporre di strumenti accessibili  con l’obiettivo di eliminare le barriere nella vita sociale; DIRITTI in quanto nessuno è ineducabile e ognuno di noi ha diritto all’educazione e all’istruzione.

Gabriele Clima, scrittore per ragazzi, è intervenuto al dibattito affermando che “Integrare nella società ciò che viene ritenuto diverso è importante per la società stessa: bisogna ridefinire il concetto di normalità per riuscire davvero in un progetto di inclusione”.

Nicol Gavioli

Categories: News

Comments are closed.