Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

di Marco Berton

L’edizione 2020 del Festival dei Diritti Umani di Milano sarà interamente dedicata alla disabilità: la manifestazione, che in osservanza delle normative di contenimento si svolgerà in streaming dal 5 al 7 maggio, ospiterà molti eventi suddivisi nelle categorie Edu, Talk, Film e Foto con lo slogan “Da vicino nessuno è disabile”. A spiegare le ragioni che hanno portato a scegliere la disabilità come tema del Festival è direttamente il direttore Danilo De Blasio: “Ogni anno – spiega in un’intervista a Vita.it – proviamo a ragionare su macro temi che ci sembrano particolarmente urgenti. Parlare dei diritti delle persone con disabilità era un’esigenza forte e vogliamo davvero parlarne in forme diverse, nuove. Oggi la disabilità si racconta in due modi: uno sfocia nel pietismo, l’altro nell’eroicizzazione. E questi due estremi cancellano la realtà delle varie forme della disabilità”.

L’obiettivo, invece, è quello di “superare lo stereotipo e l’imbarazzo: se ti avvicini ad una persona con disabilità, sia essa fisica che psichica, forse ti rendi conto che la disabilità non è la persona o viceversa. Ha una fragilità, un problema, può avere fatica a fare una vita regolare in base al significato che noi attribuiamo a “regolare”. Ma dentro c’è molto di più, la disabilità non può essere qualcosa che ti blocca definitivamente” prosegue.

I contesti descritti da De Blasio sono ancora più evidenti in un momento di emergenza sanitaria come quello che stiamo vivendo: “La pandemia – conclude – ci sta dicendo che uno dei diritti fondamentali è quello della salute uguale per tutti: non ci possono essere fortunati e sfortunati, come volevano far passare i discorsi sull’immunità di gregge o come è successo nelle case di riposo. Il mondo della disabilità ci offre spunti unici con forme di coraggio e resilienza assolutamente da segnalare. E questo faremo».

Come anticipato, il Festival sarà suddiviso in quattro sezioni: Edu e Talk, con il confronto tra esperti, giornalisti e persone con disabilità su diverse tematiche, Film, con proposte cinematografiche da seguire direttamente in streaming (in collaborazione con il Film Festival dei Diritti Umani di Lugano, ndr), e Foto, con gli scatti dei migliori professionisti interessati alla disabilità come Alessio Coser, Paolo Manzo, Silvia Franzoni e Paola Cominetta.

Qui il programma completo

Categories: News

Comments are closed.