NewsSport&Disabilità

Il nostro Mauro Costanzo al 1° Campionato Italiano di boccia

Oggi e domani, il giornalista e nostro storico collaboratore Mauro Costanzo sarà impegnato, come giocatore, al 1° Campionato Italiano di boccia paralimpica, in programma a Maserà di Padova con l’organizzazione della società locale Orange Bowl.

La boccia paralimpica è pensata per persone con disabilità gravi (e ridotta mobilità) come atassia, distrofia muscolare e cerebrolesioni. Le regole sono praticamente identiche al tradizionale gioco delle bocce, pur discostandosi per alcuni piccoli particolari: la boccia può essere praticata individualmente, a coppie o in squadre da 3; lo scopo del gioco è quello di mettere più bocce possibili vicino al “boccino”. L’unica differenza sostanziale riguarda il tempo di gara: nella boccia ci sono quattro tempi da 5 minuti non effettivi ciascuno. Per i giocatori con mobilità ridottissima è previsto l’ausilio della “rampa”, che consiste in un tubo di plastica orientabile legato al polso dell’atleta, che in questo modo può regolare, con l’aiuto di un assistente, la direzione della boccia.

Pur essendo prevista come disciplina paralimpica fin da New York 1984, in Italia il gioco della boccia è, a tutti gli effetti, ancora a livello pionieristico. Proprio per questo, il Campionato Italiano rappresenta un evento di portata storica, fortemente voluto dalla FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Speciali) che, nel corso degli ultimi quattro anni, ha applicato risorse e competenze per creare squadre e formare tecnici in modo adeguato. A Torino la boccia viene praticata dal 2013, anno in cui, grazie al progetto “Nessuno è bocciato” (a cura di CIS Movimento), sono stati reclutati i primi atleti, tra cui Mauro Costanzo.

Tornando alla stretta attualità, Mauro parteciperà ai Campionati nella categoria BC2 riservata agli atleti con buone capacità motorie agli arti superiori. Insieme a lui, gli altri atleti della società BocciAbili Torino ASD Sportento Roberto Regina e Carlotta “Cocca” Visconti (entrambi categoria BC3 con assistente), guidati dal papà di quest’ultima Davide.

Post precedente

L'Arte Outsider in copertina con Arteco e Nurant

Prossimo post

E tutto gira intorno alla stanza...la presentazione di Nurant #22

The Author

Marco Berton

Marco Berton