Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Un atleta, un capitano, un leader ma soprattutto un uomo umile, altruista, generoso: tutto questo, e molto altro ancora, era, è e sempre sarà Andrea Chiarotti, per tutti Ciaz. La sua squadra, gli Sportdipiù Tori Seduti, avrà modo di ricordarlo e festeggiarlo sabato 15 dicembre (a partire dalle 18) durante il 1° Memorial di hockey giovanile Under 9 e Under 11 a lui dedicato; per l’occasione, il primo del doppio confronto valido per il Campionato Italiano di Para-Ice Hockey contro la POLHA Armata Brancaleone Varese si disputerà al Palazzetto del Ghiaccio Cotta Morandini di Torre Pellice (TO). A ricordare Ciaz, per tutti i suoi compagni, ci ha pensato l’amico e compagno di mille battaglie Gabriele Araudo, portiere dei Tori e della Nazionale: «Giocare in casa sua – ha ammesso – sarà un’emozione fortissima ma non cambierà nulla perché lui era, è e sarà sempre con noi. Un ricordo di Ciaz? Ce ne sono tantissimi perché i suoi
modi di fare e di vivere hanno lasciato un segno indelebile in ognuno di noi. La cosa che ci manca di più, comunque, è il suo essere anima, leader e trascinatore all’interno dello spogliatoio: i suoi discorsi pre-partita da capitano della Nazionale, i suoi suggerimenti durante il riscaldamento, l’aver coinvolto giocatori, tecnici e giovani alle prime armi. Senza di lui il para-ice hockey in Italia non sarebbe mai nato e tutto il movimento gli deve essere riconoscente».

Al di là delle emozioni ci saranno anche due partite da giocare, molto impegnative ma che potrebbero portare i Tori a raggiungere l’ennesima finale Scudetto della loro storia: «Sabato – ha dichiarato il coach Mirko Bianchi – sarà una giornata speciale grazie a Sportdipiù e all’Hockey Club Vapellice che ci hanno permesso di giocare in casa di Ciaz: sono molto contento perché in suo nome torneranno in pista giocatori che avevano deciso di smettere come Corvino, Grill e Leperdi. Domenica, invece, anche se saremo di nuovo a ranghi ridotti vorrei vedere un cambiamento rispetto a inizio stagione. L’Armata dovrà ancora giocare l’ultima di campionato contro le Aquile ma, avendo qualche possibilità di raggiungere la finale, vogliamo giocarcela fino in fondo: lo zoccolo duro si sta riprendendo e negli ultimi giorni abbiamo lavorato molto bene, al di là del risultato ci sono i presupposti per fare qualcosa di positivo».

L’ultimo e decisivo match verrà giocato domenica alle 10 al PalaTazzoli di Via Sanremo 67 a Torino.

Categories: News, Sport&Disabilità

Comments are closed.