Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Il Tavolo Regionale Permanente sulle Disabilità, riunitosi la scorsa settimana, ha chiesto ufficialmente la priorità nelle vaccinazioni anti-Covid-19. Dell’organo, nato nel dicembre del 2020 e coordinato dall’assessora al sociale e pari opportunità Chiara Caucino, fanno parte le sezioni piemontesi di diverse organizzazioni tra cui FISH, FAND e ANFFAS.La richiesta, per cui Caucino ha dichiarato di essersi già attivata, è stata quella di adottare il criterio già utilizzato per l’urgenza nei tamponi destinati alle persone con disabilità. Nel corso della stessa riunione, il Tavolo ha sostenuto la realizzazione del Progetto Regionale per la Gestione delle Urgenze Comportamentali nella Disabilità promosso dal responsabile del Centro Regionale del Piemonte per le Persone con Disturbi dello Spettro Autistico in Età Adulta Roberto Keller; per questo, l’assessorato si è impegnato a avviare l’iter burocratico per potenziare l’ambulatorio ed eliminare le liste d’attesa.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente di ANFFAS Piemonte e ANFFAS Torino Giancarlo D’Errico: “Il clima – ha dichiarato – è stato costruttivo e i propositi e gli impegni sono stati condivisi. Per la prima volta applichiamo una prassi di co-programmazione e co-progettazione sulla disabilità. Agli argomenti tradizionali, come lavoro, scuola e trasporti, si aggiungono le emergenze dettate dalla pandemia, come la gestione dei centri diurni e residenziali, l’assistenza domiciliare e soprattutto la necessità di inserire tra le categorie da vaccinare con priorità le persone con disabilità. Tutto nell’ottica di costruire percorsi di vita autonomi e indipendente per ciascuna persona con disabilità, per migliorare la loro qualità di vita e nel contempo per spendere in maniera più appropriata ed efficiente le risorse”.

Categories: News

Comments are closed.