Stagione 2012/2013Stagione 2013/2014

In viaggio per San Salvario alla scoperta di Natalia Ginzburg

download (4)

Chi era Natalia Ginzburg, scrittrice torinese, e quale il suo legame con le leggi razziali e il quartiere di San Salvario?

A raccontarcelo sarà mercoledì 18 giugno Rosalba Durante, Presidente dell’Associazione Aiuola Donatello, che questo anno si adopererà nella realizzazione di una mostra diffusa con ben 13 sedi per la realizzazione di 13 opere che ruoteranno intorno alla figura della Ginzburg.

A sposare il progetto, impegnandosi nella realizzazione di una delle opere, ci sono Tea Taramino, educatrice e curatrice di Arte Plurale, la Professoressa Giuliana Ravaschietto e una delle sue allieve, Marta.

Ai microfoni Maresa e Vittoria.

Pronti a partire?

 https://www.youtube.com/watch?v=mqgnYIUS6p4&UUUCPJJipM1t3nJIFa9txjxA

Post precedente

Domani tornano "Gli Indifferenti" su Radio Flash con "Lavori in Corto"

Prossimo post

Occupy Cavallerizza!

The Author

Claudia Cespites

Claudia Cespites

Ci sono persone che da subito nascono con la vocazione per il mondo del sociale: sognano di diventare educatori, assistenti sociali, insegnanti.
E poi ci sono persone che nel colorato panorama del sociale ci "inciampano" per caso, come è successo a me. A differenza di tanti miei colleghi dell'associazione io provengo da un mondo completamente differente, con studi in comunicazione e marketing e con un contratto di lavoro come addetta ufficio presso un supermercato alimentare: ero abituata a confrontarmi con numeri e dati, più che con le persone.
Ma a volte, per fortuna, la vita ti riserva percorsi di crescita personale e professionale imprevedibili, che cambiano completamente il tuo modo di pensare e la prospettiva con cui ti rapporti a ciò che ti circonda.
Da quando, due anni fa, ho risposto a quell'annuncio di stage in comunicazione sociale presso l'Associazione Volonwrite, la mia vita è cambiata.
Ad oggi mi chiedo come sarebbero stati i miei giorni senza questa realtà: sicuramente più grigi, più "soli" e più superficiali...
A Volonwrite devo tantissimo: per me si tratta di una seconda famiglia, più che di un'associazione...e si sa, la famiglia non si abbandona mai!

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *