News

“INDIPENDENTE-MENTE”: ECCO IL NUOVO TITOLO PER LA SETTIMA EDIZIONE DI LAVORI IN CORTO

Venerdì 4 maggio, alle 20.30, verrà presentato il nuovo bando del progetto Lavori in Corto presso la sede della Film Commission Torino Piemonte, in via Cagliari 42 (ad ingresso libero fino ad esaurimento posti).

Si tratta di un concorso cinematografico a tematica sociale sviluppato in collaborazione con l’Associazione Museo Nazionale del Cinema, l’Associazione Riccardo Braghin, Città di Torino, Regione Piemonte, Sicurezza e Lavoro, Film Commission Torino Piemonte, Centro Studi Sereno Regis, Centro San Liborio – FabLab Pavone, MAC, Psicologia Film Festival, Associazione Sinestesia e Rete del Caffè Sospeso; media partner Agenda del Cinema a Torino.

Lavori in Corto si rivolge a giovani autori under35 residenti in Italia e lo scopo è quello di sensibilizzare e informare su argomenti di natura complessa e molto spesso scomoda, attraverso la promozione di cortometraggi e documentari. In occasione del quarantesimo anniversario dall’approvazione della Legge Basaglia, il tema scelto per questa settima edizione è quello della salute mentale: da qui il titolo IndipendenteMente. Durante la serata di presentazione verrà proiettato il film Je so’ pazzo di Andrea Canova, regista e film-maker vicentino, girato all’interno dell’ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Napoli, dove un gruppo di volontari ha dato vita a una serie di iniziative aperte al territorio.

La scadenza per poter partecipare al bando è il 31 luglio 2018 e ci si può iscrivere al seguente link http://lavoriincorto.it/partecipa/. Le opere saranno poi proiettate ad ottobre presso gli spazi delle Case del Quartiere di Torino e al Centro Studi Sereno Regis; il 29 ottobre si terranno le premiazioni finali. Il primo premio avrà il valore di 1000 euro e sarà intitolato per il quinto anno ad Armando Ceste, autore scomparso nel 2009.

Inoltre verranno assegnati altri tre premi: Premio Rai Cinema Channel al “corto più web”, un contratto di acquisto dei diritti del cortometraggio per un anno del valore di 1000 euro; Premio “Sicurezza e Lavoro” del valore di 300 euro per corti che sapranno meglio documentare le storie e le esperienze con il mondo lavorativo delle persone con disagio mentale; Premio Film Commission Piemonte che consiste nell’utilizzo di un modulo produttivo della sede di via Cagliari per due settimane.

Stefania Barbagallo e Nicol Gavioli

Post precedente

# LEGGERA COME UNA PIUMA – La storia di Bea al Salone del Libro

Prossimo post

La boccia paralimpica approda a Pinerolo

The Author

redazione

redazione