News

Io, disabile in carrozzina, vi racconto la mia esperienza all’università di Milano

È bene conoscere i servizi a disposizione, la rete di trasporti più adatta a persone in carrozzina, ma anche non rinunciare agli svaghi.

Giunti alla fine delle scuole superiori, tutti i giovani si trovano di fronte a un bivio. Proseguire con l’Università, oppure cercarsi un mestiere? Con una disabilità la scelta si complica, soprattutto se si vive in una piccola città di provincia, che non offre molte opportunità lavorative, nè di studio.
Viene così, naturale, decidere di spostarsi, di allontanarsi dalla propria terra natia, alla ricerca di un luogo che sembra che possa garantire un futuro migliore.
Non bisogna lasciarsi prendere dallo sconforto: un modo per assecondare i propri desideri si trova.
In questo articolo vi racconto la mia esperienza di ragazzo disabile che, a 19 anni, ha deciso di lasciare Alessandria per recarsi all’Università Cattolica di Milano a studiare Lettere, cercando di dimostrare come l’Ateneo e la città stessa siano perfettamente fruibili da tutti.

DOVE DORMIRE A MILANO – Una volta individuata la Facoltà e l’Università, restava da decidere dove alloggiare durante la settimana: certamente la vita del pendolare sarebbe stata troppo pesante. Cercando su internet, mi sono imbattuto in un mondo che fino ad allora conoscevo poco: quello dei Collegi. La Cattolica ne ha 4 a gestione diretta, ma sono messe a disposizione anche molte altre strutture, aperte a chiunque necessiti di una foresteria.
Dei 4 principali, 2 sono rivolti a un’utenza maschile e 2 a quella femminile. Sono tutti abbastanza vicini all’Università: quello che ho scelto io si trova proprio di fronte, ma anche gli altri non distano più di 1 km. Due di loro sono nella vicina Via San Vittore; il terzo si trova, invece, nella più lontana Via Andrea Verga. Nonostante anche questo edificio sia abbastanza comodo, per non stancarsi si può raggiungere l’Ateneo con l’autobus 94, che mette in comunicazione tutte le residenze e li unisce con l’Università.

Continua a leggere su Disabili.com

Data: 15/11/2016

Post precedente

Isee e disabilità: cosa va dichiarato nella DSU? I chiarimenti dell’INPS

Prossimo post

Una censura che fa quanto meno discutere

The Author

redazione

redazione