News

Isee e disabilità: cosa va dichiarato nella DSU? I chiarimenti dell’INPS

Aggiornate le FAQ dell’INPS su contributi e trattamenti erogati a sostegno dei cittadini con disabilità rispetto all’Indicatore della situazione economica equivalente.

Rispetto a Isee e disabilità, come sappiamo, le modifiche introdotte dal dl n. 42/2016 (convertito dalla legge n. 89/2016) nel recepire le sentenze della giustizia amministrativa, hanno escluso dall’Indicatore della situazione economica equivalente la rilevanza dei trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari ai fini Irpef.

Nei giorni scorsi, inoltre, l’INPS ha aggiornato, di concerto con il Ministero del Lavoro e la Consulta nazionale del Caf, le FAQ che riguardano la nuova procedura di determinazione dell’Indicatore della situazione economica equivalente, fornendo risposte redatte in base ai quesiti della consulta nazionale dei CAF, e valide dal 29 maggio 2016.

PRESTAZIONI E CONTRIBUTI EXTRA INPS – Il documento delle Faq Isee, in particolare, dà indicazioni utili rispetto a tutti i contributi o prestazioni a sostegno della persona con disabilità, erogati da enti diversi dall’INPS (es. Regione, Comune, Inail etc).
Vanno quindi indicati oppure no nella DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica)?
Parliamo, ad esempio, del contributo per l’abbattimento delle barriere architettoniche, dei voucher per servizi all’infanzia, degli assegni di cura, ma anche di bonus gas e elettrico e di altre forme di compartecipazione al costo di beni o servizi del disabile.
A questa domanda l’Istituto risponde che NON devono essere inseriti nel quadro FC4 , a prescindere dalla rendicontazione, i contributi erogati a titolo di rimborso per spese che la persona con disabilità e/o non autosufficienza ha la necessità di sostenere per svolgere le sue attività quotidiane, come ad esempio:

– i contributi per l’assistenza indiretta,
– i contributi per la vita indipendente,
– gli assegni di cura in relazione a invalidità,
– i contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche,
– i contributi per l’acquisto di prodotti tecnologicamente avanzati,
– i contributi per il trasporto personale

e ancora:

Continua a leggere su Disabili.com

Data: 14/11/2016

Post precedente

Manuale su come costruire edifici pubblici accessibili

Prossimo post

Io, disabile in carrozzina, vi racconto la mia esperienza all’università di Milano

The Author

redazione

redazione