News

La classe degli asini: la storia dell’inclusione scolastica diventa un film per la tv

Andrà in onda lunedì 14 novembre, in prima serata su Rai 1, il film per la tv La classe degli asini, liberamente ispirato alla vicenda umana e professionale di Mirella Antonione Casale, colei che è considerata la “madre” dell’inclusione scolastica degli alunni con disabilità.

La classe degli asini, interpretato da Vanessa Incontrada, Flavio Insinna, Fabio Troiano, Aurora Giovinazzo, Giovanni D’Aleo e Monica Dugo per la regia di Andrea Porporati, è una co-produzione Rai Fiction11 Marzo Film a cura di Matteo Levi. La trama, ambientata nella Torino degli anni settanta, narra delle lotte di Mirella Casale, insegnante, per l’integrazione scolastica della figlia, disabile a seguito di danni cerebrali provocati dalla cosiddetta “influenza asiatica”; il professore interpretato da Flavio Insinna, al contrario, è un personaggio di fantasia che rimanda alla figura di Don Lorenzo Milani.

Nella realtà, la Professoressa Casale ha avuto un ruolo di primo piano nel tessuto sociale e culturale italiano per la promozione dei diritti delle persone con disabilità: socia dell’ANFFAS dal 1964, con l’associazione iniziò una lunga battaglia che, passando per il ’68 e dai movimenti guidati da personalità come Don Milani e Franco Basaglia, si concretizzò con la legge 517/’77 (ribattezzata Legge Falcucci), che sancì il principio dell’integrazione per tutti gli alunni disabili nella scuola elementare e media dai sei ai quattordici anni, introducendo anche la figura dell’insegnante di sostegno in supporto alla programmazione educativa delle varie classi. Durante il corso degli anni, questi cambiamenti portarono migliaia di persone a togliere i propri figli dalle scuole speciali e delle classi differenziali, considerate veri e propri ghetti, per iscriverli nella comune scuola pubblica.

Di seguito le parole della protagonista e del regista, rilasciate a Repubblica.it: «Quando interpreti una donna come Mirella – ha sottolineato Vanessa Incontrada – senti la responsabilità, mi ha dato in mano la sua vita dicendomi di farla conoscere come donna e come mamma». «Ognuno di noi – ha aggiunto Porporati – ha incontrato nel corso della propria vita scolastica un insegnante speciale, capace di portare il vento della passione nelle grigie giornate passate sui banchi».

Il film tv è stato presentato ufficialmente e proiettato per la stampa ieri mattina, con la partecipazione del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini, presso l’Aula Magna dell’Istituto Leonarda Vaccari di Viale Angelico 22 a Roma.

Post precedente

Legge su bullismo e cyberbullismo: cosa prevede per la scuola?

Prossimo post

Un oggetto che può cambiare la vita

The Author

Marco Berton

Marco Berton