News

La lettura non va in ferie: 10 recensioni sociali per l’estate

100 storie di donne straordinarie illustrate da 100 artiste – Le favole dei detenuti escono dal carcere – Guida al cammino di Santiago “in carrozzina” – Operatori sociali di giorno, camerieri la sera – Allergica alla luce – Viaggio tra gli immigrati di successo… In vacanza regaliamoci il tempo di leggere.

La lettura non va in ferie, anzi, sono proprio i giorni liberi dagli impegni, soprattutto quelli lavorativi, che offrono al buon lettore, la possibilità di regalarsi il giusto tempo dedicato a un libro. Le 10 proposte editoriali spaziano dalle storie sulla vita di donne straordinarie (Frida Kahlo, Margherita Hack, Miriam Makeba, Rita Levi Montalcini ecc.), illustrate da artiste di tutto il mondo, a quelle di principesse, castelli e giovani eroi che combattono il male, scritte dai detenuti del carcere di Ancona. Alcune pagine, dedicate ai nuovi “equilibristi” del welfare, tentano di spiegare cosa significa lavorare nel sociale nell’Italia di oggi, altre, approfondiscono la conoscenza degli stranieri “non solo profughi e disperati”…

Favole della buonanotte per ragazze ribelli: il caso editoriale di due italiane. Su Kickstarter, Elena Favilli e Francesca Cavallo hanno raccolto in un mese più di mezzo milione di dollari per realizzare il loro libro “Good night stories for rebel girl”: 100 storie di donne straordinarie illustrate da 100 artiste di tutto il mondo. Frida Kahlo, Serena Williams, Elisabetta I d’Inghilterra, le sorelle Bronte, Mae Jemison, Margherita Hack, Miriam Makeba, Rita Levi Montalcini, Michelle Obama sono solo alcune delle protagoniste
Le favole dei detenuti escono dal carcere: audiolibro le racconta ai bambini. “Fiabe in libertà” è stato scritto, musicato e prodotto dai reclusi del penitenziario di Ancona. Storie di principesse, castelli e giovani eroi che combattono il male. E accorciano le distanze con i propri figli. Dvd + volume illustrato in vendita in libreria e sul web
In viaggio per Santiago in sedia a ruote: ora c’è anche la guida. Fondatore della onlus Free Wheels, Pietro Scidurlo ha realizzato una guida per affrontare – tutti – il cammino. Insieme al giornalista Luciano Callegari. Una mappa per superare o abbattere gli ostacoli: “ostinatamente e controcorrente”
Operatori sociali di giorno, camerieri la sera: i nuovi “Equilibristi” del welfare. Secondo l’Istat costituiscono il 4% degli occupati italiani. Ma hanno spesso stipendi da fame, mentre scandali e populismi gli stanno togliendo anche la legittimazione popolare. Un libro del Gruppo Abele per capire cosa significhi lavorare nel sociale nell’Italia di oggi
I lavoratori del sociale, condannati ad amare una “professione malpagata”. In un libro delle Edizioni dell’Asino a cura di Giulio Marcon, 20 protagonisti del non profit raccontano l’evoluzione e le sfide di un lavoro che conta oltre 680 mila addetti in Italia. “Basta con la storia di un settore parastatale e prono al business, commisto alla politica e senza valori”
Un figlio con sindrome di Down fa nascere un padre consapevole. Nel libro “Ti seguirò fuori dall’acqua”, Dario Fani ha raccolto pensieri, sensazioni e molto vissuto dei giorni seguiti alla nascita prematura di suo figlio Francesco. La scrittura “essenziale per rielaborare”
Allergica alla luce, la vita (piena) di Anna nell’oscurità. La storia che Anna Lyndsey, colpita dalla dermatite fotosensibile, malattia cronica che scatena allergie alla luce, raccontata nel volume “La ragazza del buio”. Un libro che è diventato un caso editoriale ancor prima della pubblicazione
“Il giorno dopo”: in un romanzo il riscatto personale di un cooperante. Presentato al Salone internazionale del libro il romanzo autobiografico di Andrea Iacomini, portavoce nazionale di Unicef Italia. “Eravamo in Siria quando a nessuno interessava, ora il nostro compito è informare. Per ogni Salvini ci siano le voci di dieci cooperanti: solo così si vincono le strumentalizzazioni”
Gli stranieri? Non solo profughi e disperati. Viaggio tra gli immigrati di successo. In un libro edito da Castelvecchi, il giornalista Jacopo Storni racchiude le storie di chi ha raggiunto il nostro Paese e ce l’ha fatta: imprenditori, medici, architetti, ingegneri, ecc… Insomma, l’altra faccia dell’immigrazione. “Un libro per ribaltare gli stereotipi”
Dal Califfato alla jihad: esce “Il terrorismo spiegato ai ragazzi”. Vuole spiegare, nella sua complessità e nelle sue origini storiche, il fenomeno del terrorismo, rispondendo alla domanda che tanti ragazzi si saranno fatti: chi sono e cosa vogliono i terroristi che hanno colpito Parigi e Bruxelles. Tosi: “Primo mito da sfatare è che alla base del terrorismo ci sia religione”.

Data: 07/08/2016

Fonte: Redattoresociale.it

Post precedente

NUOVI LEA, VIA LIBERA DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA. "A SETTEMBRE LI AVREMO"

Prossimo post

Progetto Eschatià, fra musica di tradizione e diversità

The Author

redazione

redazione