News

La scuola deve iniziare a settembre per tutti. Anche per gli alunni con disabilità

Il Ministero rassicura rispetto al rischio di ritardi nelle nomine e nell’attivazione dei servizi per l’inizio dell’anno scolastico 2017-2018.

In estate le aule si svuotano, ma la scuola non smette (o non dovrebbe smettere) di lavorare: settembre è dietro l’angolo e le carenze per una partenza ottimale, a nomine degli insegnati  e attivazione dei servizi, per quanto riguarda in particolare disabilità e sostegno, le conosciamo bene.  Apre uno spiraglio di ottimismo la nota che FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) ha inviato, in merito alle rassicurazioni che vengono dal Ministero dell’Istruzione per un inizio senza intoppi dell’anno scolastico 2017/2018 anche per gli alunni e gli studenti con disabilità.

I mesi estivi, infatti, non fanno certo placare le preoccupazioni per il prossimo anno scolastico, soprattutto nelle famiglie con figli con disabilità. Per questi, troppo spesso l’effettiva e piena partecipazione alle attività scolastiche non inizia certo a settembre: la nomina degli insegnanti di sostegno avviene mesi dopo, l’assistenza educativa non viene attivata da subito, il trasporto non sempre è garantito dal primo giorno. Storie che negli ultimi anni si sono ripetute e sono state denunciate.

Continua a leggere su www.disabili.com

Data: 05/08/2017

Post precedente

Windows 10 si comanderà con gli occhi: ecco la tecnologia “per tutti”

Prossimo post

Matteo, che con una tetraparesi spastica, “sulle ruote me la rido”

The Author

redazione

redazione