NewsSport&Disabilità

Le Aquile battono i Tori

I Campioni d’Italia in carica dei South Tyrol Eagles hanno sconfitto, nella doppia sfida valida per la terza giornata del Campionato Italiano 2016/2017 di ice sledge hockey, i Tori Seduti aggiudicandosi entrambi i match. Tutto come da pronostico, anche se i torinesi sono rimasti in partita per tutti i 90 minuti.

La forza dei South Tyrol Eagles è nota a tutti, e se una vittoria dei padroni di casa nel doppio confronto del PalaWurth di Egna (BZ) poteva sembrare scontata, molto meno scontati potevano essere i punteggi. Così è stato, perché nonostante la sconfitta i Tori Seduti hanno dato del filo da torcere agli avversari, capaci di imporsi di misura nel primo match (2-1) e per 3-1 nel secondo.

Nella prima gara, giocata sabato, Matteo Remotti ha regalato il vantaggio ai padroni di casa nei primissimi minuti di gioco, poco prima del pareggio ospite firmato Valerio Corvino. La rete della vittoria è arrivata a metà secondo tempo, in situazione di power-play (superiorità numerica dovuta ad una momentanea penalità assegnata ad un giocatore avversario), grazie a Nils Larch; nei restanti minuti di gara, nessuno è più riuscito a scalfire l’equilibrio tra le due compagini.  Leggermente meno combattuta la seconda partita, dove le Aquile sono state capaci di portarsi in vantaggio di ben tre gol (Planker in power-play, Rosa e Cavaliere), prima di subire la rete della bandiera da parte di Gregory Leperdi, sceso in campo con dei problemi alla spalla che ne hanno limitato notevolmente l’efficacia in campo.

Mirko Bianchi, coach dei torinesi, ha commentato così la sconfitta della propria squadra: «Al di là del risultato sono contento di come la squadra abbia giocato, il primo match è stato molto intenso e molto equilibrato; peccato perché i power-play si sono rivelati decisivi per la nostra sconfitta».

I Tori Seduti potranno riscattarsi già la prossima settimana: sabato 3 e domenica 4 dicembre a Varese, infatti, sono in programma le gare valide per la prima giornata di ritorno contro l’Armata Brancaleone, galvanizzata dal successo ottenuto a Torino all’esordio. La sfida sarà quanto mai decisiva per il secondo posto.

Post precedente

Domani la conferenza stampa di presentazione del 3 dicembre a Torino

Prossimo post

Trasporto pubblico: per aiutare chi non vede

The Author

Marco Berton

Marco Berton