Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

La lettura passa sempre più per strumenti come smartphone e tablet, che però non tutti riescono ad utilizzare. A tal proposito Sinnos Editrice ha ideato una App per consentire a dislessici e persone con difficoltà visiva di utilizzare senza problemi le nuove tecnologie

ROMA – Altro passo in avanti nell’ambito della lettura accessibile e facilitata rivolta a persone con difficoltà visive o con dislessia. A farlo è Sinnos Editrice, la quale ha ideato una app per trovare una soluzione semplice ai problemi di relazione con i nuovi modi del comunicare come smartphone e tablet. “Partendo dalla consapevolezza che non si legge solo sui libri, ma anche sui nuovi dispositivi multimediali e che per chi è dislessico o ha difficoltà di lettura non è sempre facile leggere su questi strumenti abbiamo realizzato la App Leggimi – sottolinea la Sinnos”. Si tratta di un’applicazione gratuita che si fonda su storie e immagini, che trascinano con loro temi e valori, accompagnate dalla cura grafica e redazionale.

Già nel 2006 Sinnos aveva progettato la font ‘leggimi’, che si è poi ampliata nelle forme ‘stampatello maiuscolo’ e ‘graphic’ insieme a particolari criteri grafici e redazionali. In seguito è stata monitorata e usata in clinica e riabilitazione da un gruppo di neuropsichiatri e logopedisti e costantemente testata da giovani lettori. Oggi grazie al progetto finanziato nell’ambito del Bando “Io Leggo” della Regione Lazio, Sinnos, in collaborazione con Pedius, ha potuto fare un ulteriore passo avanti nel cammino dell’alta leggibilità, realizzando questa app per tablet e smartphone, che applica gratuitamente ai testi tutti i parametri di accessibilità che sono stati individuati dalla casa editrice nel corso di questi anni. “Per la realizzazione della app – spiega Sinnos – è stato fondamentale proseguire la ricerca insieme al team di esperti neuropsichiatri e logopedisti, accompagnati da programmatori e sviluppatori per il web di Pedius e proseguire il confronto con gli utenti. La realizzazione della App è stata perciò seguita dagli esperti ed è stata accompagnata da incontri di formazione rivolti a genitori, operatori, insegnanti. È stata inoltre testata da un gruppo di persone che ne ha fatto direttamente richiesta (partecipanti alle edizioni dei seminari gratuiti “Il diritto di leggere”, ma anche genitori e insegnanti) e che hanno poi inviato osservazioni e feedback”. La App Leggimi è scaricabile gratuitamente.

Fonte: redattoresociale.it

(s.c./l.v.)

Categories: News

Comments are closed.