News

Lego: dopo l’omino in carrozzina potrebbero arrivarne altri con disabilità

Mentre da noi ancora si sta dibattendo sul primo personaggio Lego in carrozzina presentato nei giorni scorsi, abbiamo scoperto una iniziativa Lego che non conoscevamo, che potrebbe vedere la nascita dei celebri omini ben oltre la “semplice” sedia a rotelle.

Ci siamo siamo infatti imbattuti sul progetto proposto da Kendall’s Service Dog Support, che propone la realizzazione di una varietà di omini Lego con disabilità: ci sono  quelli su una carrozzina manuale o elettronica, su carrozzina dotata di sintetizzatore vocale e video, quelli con cane da assistenza o deambulatore e rampa. Questo progetto è illustrato qui , e può essere votato dagli internauti che lo apprezzino e che desidererebbero vederlo realizzato da Lego.

La casa di giochi ha infatti previsto, all’interno del suo sito, l’area LEGO IDEAS, che dà la possibilità agli utenti di proporre le proprie idee su nuovi personaggi Lego, che verranno sottoposti a votazione della community e poi vagliati per una eventuale realizzazione. I progetti che riceveranno più consensi potranno così diventare i nuovi personaggi dei set Lego.

Le regole, leggiamo sul sito, sono poche e semplici:

  1. Crea un modello unico e originale, fai delle foto ad alta definizione con descrizioni dettagliate;
  2. Raccogli consensi, fai vedere il tuo progetto LEGO e raggiungi 10,000 persone;
  3. Il progetto, se approvato, passa per la revisione ufficiale LEGO attraverso un team di designers e esperti marketing;
  4. Se il team LEGO approva il progetto, gli si da forma e si venderà in tutto il mondo!

Guarda il progetto degli omini Lego nella nostra photogallery!

Fonte: disabili.com

(s.c./l.v.)

Post precedente

Il giovane dancing barista con l’autismo che fa impazzire il web

Prossimo post

Oggi vado a vivere da solo: storie di inquilini disabili dal Nord al Sud

The Author

Simone Croce

Simone Croce

Mi chiamo Simone, sono nato nel 1990 e mi definiscono il cuore sportivo del gruppo: non c’è disciplina sportiva – olimpica e paralimpica – di cui non abbia notizia in merito a punteggi, giocatori, livelli in classifica.

Nell’ultimo anno, mi sono lanciato in una nuova avventura di speaker radiofonico e conduttore di video interviste scoprendo un lato di me ironico e socievole.

Sulla redazione di articoli ancora ci sto lavorando… non a caso il mio soprannome è quello di “uomo sintesi”….. ce la farò (e ce la faranno i miei colleghi Volonwrite!) a cavarmi più di due righe?