NewsSport&Disabilità

L’Italia al suo primo torneo internazionale di calcio per disabilità fisiche

La Nazionale Italiana di calcio a 7 per disabilità fisiche ha partecipato, lo scorso weekend, al suo primo torneo internazionale. La rappresentativa, creata e voluta dalla FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali), è stata protagonista a Dublino insieme ai padroni di casa irlandesi, alla Danimarca e all’Inghilterra Under 20.

I giocatori dell’Italia, al primo vero confronto contro avversari di questo livello, hanno patito l’inesperienza e l’emozione dell’esordio ma si sono saputi rifare strada facendo: dopo l’incoraggiante esordio con la Danimarca, perso 2-0 con una buona prestazione collettiva, è arrivata una pesante sconfitta per 7-0 contro l’Inghilterra Under 20, dimostratasi molto più pronta a livello mentale, tecnico e organizzativo (ma, d’altronde, è la patria di tutti i più importanti sport di squadra).  Contro l’Irlanda, nel match conclusivo, i nostri ragazzi hanno tirato fuori tutto quello che avevano, strappando un 1-1 che sa di vittoria, considerando il fatto che gli avversari si stavano preparando alle Paralimpiadi di Rio.

Tra gli 11 convocati per la spedizione irlandese, c’erano anche 4 rappresentanti del Torino For Disabled (il Presidente e giocatore Claudio Girardi, Piercarlo Biglieri, Mirko Gasti e Sandro Morsetti), associazione sportiva dilettantistica nata per “integrare ragazzi disabili con la passione per il calcio e farli giocare con i colori granata”, come si legge sul sito ufficiale della squadra. Proprio così, perché dietro a tutto questo c’è anche il grande tifo per il Toro, quello del Filadelfia, della Serie A e dei professionisti, con cui la società ha da tempo stretto un rapporto di partnership sottoscritto con il Presidente Urbano Cairo. Dal 2011, il Torino FD organizza e partecipa a tornei e manifestazioni di beneficenza per promuovere una maggiore attenzione verso lo sport praticato da persone con disabilità.

Mercoledì scorso, a Orbassano, si è disputata una partita amichevole a formazioni miste tra i Campioni d’Italia della Primavera e il Torino FD, alla quale ha partecipato anche il tecnico Moreno Longo, vero e proprio simbolo dell’orgoglio granata e, chissà, predestinato a guidare la prima squadra: «La collaborazione tra Torino FC e Torino FD è molto importante perché fa bene al cuore di tutti, oggi abbiamo dato un segnale importante di vicinanza a questi ragazzi. Sono anche molto orgoglioso dei miei giocatori che si sono messi a disposizione in modo solidale e professionale per dare un segnale forte in un periodo storico in cui i valori umani stanno venendo meno» sono state le sue parole a Toronews.it.

Post precedente

Disabilità. I #Social migliorano l’accessibilità

Prossimo post

Il cambiamento climatico minaccia anche il cervello: ecco perché

The Author

Marco Berton

Marco Berton