NewsSport&Disabilità

L’Italia di para ice hockey alla prova verità contro la Svezia

La Nazionale Italiana di para ice hockey si è qualificata per la finale 5°-6° posto ai Mondiali di para ice hockey, in programma in questi giorni a PyeongChang (dove avranno sede anche i giochi), in Corea del Sud. Qualche rimpianto per gli azzurri, che hanno solo sfiorato il 4° posto nel girone, la qualificazione diretta alle Paralimpiadi e l’accesso alla finale per la medaglia di bronzo.

Dopo le pesanti sconfitte contro Canada e Stati Uniti, che infatti si contenderanno il titolo iridato nella finalissima di domani, l’Italia ha saputo rialzare la testa mettendo in fila due importanti vittorie contro la Germania (5-0) e contro la Corea del Sud (3-2). Nel match contro i tedeschi, i ragazzi di coach Massimo Da Rin hanno avuto la meglio con un larghissimo margine grazie al sigillo di Gianluigi Rosa e alle doppiette di Sandro Kalegaris e Nils Larch. Ma è contro i padroni di casa che la squadra ha compiuto il proprio capolavoro: sotto di due gol al termine del secondo tempo, nell’ultima parte di gara Florian Planker e Christoph Depaoli sono riusciti ad acciuffare un insperato pareggio; l’overtime non è bastato a decidere la vincente ed il match si è concluso ai rigori (shootout in gergo), dove l’Italia ha completato il sorpasso grazie al tiro decisivo di Rosa.

La spedizione si sarebbe potuta trasformare in eccezionale se l’Italia, nell’ultimo e decisivo match contro la Norvegia, fosse riuscita a vincere andando a qualificarsi per la finale 3°-4° posto. Le speranze di giocarsi la medaglia di bronzo sono svanite a causa della sconfitta per 1-0 contro gli scandinavi (a segno Klakegg Jr). Questa notte gli azzurri si giocheranno la qualificazione diretta alle Paralimpiadi ed il 5° posto finale affrontando la Svezia, già battuta nel match inaugurale per 2-1.

Post precedente

Realtà virtuale, guanti robotici, stampa 3d e dispositivi wearable: le novità tecnologiche per la disabilità

Prossimo post

L'Italia di para ice hockey si è qualificata per Pyeongchang 2018

The Author

Marco Berton

Marco Berton