Associazione Volonwrite

Comunicazione Sociale sulla Disabilità

Grande innovazione per il servizio pubblico radiotelevisivo italiano: la Rai, infatti, si doterà presto della figura del “disability manager”. L’annuncio è arrivato dall’amministratore delegato Fabrizio Salini durante il convegno “Nessuno escluso”, organizzato a Roma per promuovere l’impegno dell’azienda per l’accessibilità.

Nel suo intervento, Salini ha ricordato gli ottimi numeri della Rai: “Il tema dell’offerta dedicata alle persone con disabilità – ha dichiarato – rappresenta uno degli elementi centrali della missione del servizio pubblico: andando nel dettaglio, nel 2018 abbiamo sottotitolato 16.040 ore, 1.500 in più rispetto al 2017, pari all’88% a fronte di un obbligo dell’85%. Il dato si inserisce in un trend pluriennale di continua crescita”.

Salini ha poi ribadito la necessità di continuare a investire in questo ambito: “Ho la responsabilità e l’onore di guidare questa azienda – ha aggiunto – da otto mesi e confesso che una delle cose che più mi ha colpito è proprio la quantità e la qualità del suo impegno sui temi dell’accessibilità. Un impegno che merita di essere sottolineato”.

Il disability manager, ha fatto sapere l’azienda, avrà il compito di orientare l’organizzazione e la gestione del personale, con un occhio di riguardo alle perone con disabilità, avendo come fine l’accesso e la valorizzazione del loro lavoro.

Categories: News

Comments are closed.