La Salute in Comune - 2014

Meno rifiuti, più vita

Tre gli ospiti dell’apericena culturale di venerdì 18 luglio 2014, a ricordarci quanto sia importante una gestione oculata dei rifiuti, i quali possono persino tradursi in risorse. Il tema della giornata è stato, appunto, “Mi rifiuto! L’impegno di tutti per la riduzione dei rifiuti”.

MONDO-RIFIUTI-CopiaIl primo ospite è Paolo Hutter, direttore di Eco dalle Città, notiziario online che tramite dibattiti, spunti e notizie tratta tematiche inerenti politiche e questioni ambientali; ma è anche un’associazione che cerca di promuovere le buone pratiche nel campo della riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata per il riciclaggio. “Ci si preoccupa tanto di decoro” – afferma Hutter – “quando sprechi e rifiuti sono visibili, ad esempio in discariche abusive, ma nessuno si preoccupa se lo stesso avviene all’interno di un cassonetto”.

Indiscussa priorità è aver coscienza che non esiste impianto o soluzione organizzativa che possa risolvere questo problema, se non la consapevolezza e le “mani” delle persone; bisogna buttare meno e sapere come farlo; l’ambiente e l’uomo non possono sopravvivere a lungo se non si razionalizza la quantità e lo smaltimento dei rifiuti.

Il primo passo da fare in questa direzione è sicuramente accrescere la coscienza collettiva: il gruppo sentinellle dei rifiuti si è occupato di effettuare un piccolo test su quanto questa consapevolezza sia sviluppata: rovesciando sull’asfalto dei cassonetti stradali indifferenziati ha potuto constatare come l’80-85% dei rifiuti in essi contenuti fosse invece differenziabile!

A Torino non mancano certo le opportunità per svegliare le coscienze e reagire:  Arcobaleno, cooperativa sociale che si occupa di raccolta carta in strada, portoni, cortili, ma anche raccolta ingombranti, ne è un esempio ed è Fabrizio De Bernardi a parlarcene.

“Arcobaleno è una cooperativa sociale che nasce nel ’92 da un’intuizione del gruppo Abele, Legambiente, Amiat e Comune di Torino per cercare di dare uno sfogo lavorativo alle persone che con fragilità erano uscite da un percorso di accompagnamento. La carta del bidoncino giallo porta in se un doppio prodotto con un doppio lavoro; da una parte gli inserimenti lavorativi e dall’altra la valorizzazione di quel prodotto. Oggi la situazione è migliorata e si ricicla molto di più. Riusciamo a garantire 78000 prese alla settimana, 100 circuiti al giorno ed un quantitativo annuale di circa 46-47000 tonnellate”.

Ma nell’ indifferenziata troviamo ancora circa il 20-22% di carta e cartone, quasi quanto ne raccolgono cartesio e amiat; questa finisce nell’inceneritore a causa della noncuranza di cittadini ed esercenti. Un notevole dato negativo se si considera che la carta riciclata può trasformarsi in importante risorsa. Salvaguardando la sostenibilità dell’ambiente urbano si contribuisce a preservare quell’equilibrio che deve esserci tra uomo e natura.

Ricordate il capitano Achab di Moby Dick?

Anch’egli manifestava uno storico problema di “equilibrio tra uomo e natura”! Ma Achab è anche una rete di comunicazione che prende il nome proprio dal “noto capitano”.

E’ Paola Rossi ad esporci brevemente quella che è l’attività di Achab: attivazione raccolte porta a porta, progetti riduzione rifiuti, gruppi acquisto fotovoltaico, mobilità sostenibile, sensibilizzazione sulle tematiche ambientali coinvolgendo e cercando di far condividere nuovi valori, trovando i metodi migliori e più efficaci per parlare a tutti di questi temi attaverso il passaggio di informazioni nel modo più semplice possibile.

Tanta l’attività nelle scuole con i bimbi: Capitan Eco, il pirata amico dell’ambiente, mascotte di oltre 200 campagne Achab, ha dovuto insegnare a tutti i pirati a ripulire l’Isola del Tesoro che noi esseri umani abbiamo lasciato colma di rifiuti, al fine di portare alla luce il tesoro!

Paola, infine, ci ricorda che ognuno di noi porta sulle spalle, ogni anno, uno zainetto di 360kg di rifiuti: per far bruciare meno l’inceneritore dobbiamo differenziare di più!

Per Associazione Volonwrite
Adriana Daidone

 

Post precedente

La Salute in Comune 2014 - TG 17 Luglio

Prossimo post

Mi rifiuto, l’impegno di tutti per la riduzione dei rifiuti

The Author

redazione

redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *