News

Nuovi servizi bancari e soccorso stradale accessibili ai sordi

Rendere accessibile alle persone sorde qualsiasi tipo di comunicazione telefonica è un obiettivo che può sembrare utopia, ma le premesse ci sono tutte, e sono molto buone. A trainare questa “rivoluzione comunicativa” è anche la app Pedius, che permette alle persone non udenti di telefonare attraverso lo smartphone, ma anche con il tablet. Si digita un testo o si pronuncia un messaggio, e la app lo trasmette all’interlocutore, traducendo in forma scritta o parlata le sue risposte grazie alla sintesi e al riconoscimento vocale simultaneo.

LA APP ITALIANA CHE COLMA IL GAP – L’italianissima Pedius, www.pedius.org che è stata elaborata dal napoletano Lorenzo Di Ciaccio, nacque dall’aver appreso la storia di un ragazzo sordo coinvolto in un incidente il quale, lasciato solo, non fu in grado di chiamare i soccorsi. Da qui la volontà di superare il gap “traduttivo” rispetto al parlato, rendendo possibile la sottotitolazione in tempo reale di una telefonata – quella cosa che uno spot, non a caso, ci ricordava: allunga la vita. Pedius si impegna a rendere fruibili alle persone sorde – 70.000 solo in Italia – ogni forma di comunicazione telefonica, coinvolgendo aziende e strutture pubbliche.

COME FUNZIONA PEDIUS – Innanzitutto è sufficiente che a scaricare la app sia solo la persona sorda che intende effettuare la telefonata. Basterà poi comporre il numero desiderato: dall’altro capo, il destinatario riceverà la telefonata che potrà ascoltare, grazie a sintesi vocale che in diretta legge quanto il mittente sordo sta scrivendo sul suo smartphone. A sua volta, il mittente riceverà sul suo display risposta scritta di quanto l’interlocutore dice. Il tutto in maniera simultanea, grazie al tramite di Pedius. Ad oggi Pedius conta 8.000 utenti attivi e supporta 6 lingue tra cui italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese e tedesco, ed è stata in questi giorni scelta per rendere accessibili alle persone sorde alcuni importanti servizi nel settore bancario e dell’assistenza stradale.

ASSISTENZA STRADALE ACCESSIBILE – Da pochi giorni AXA Assistance Italia, una tra le principali compagnie assicurative al mondo, ha attivato un servizio di assistenza accessibile, attraverso la app di Pedius, che consente agli utenti sordi di contattare l’assistenza stradale in tempo reale, con a disposizione anche un servizio telefonico di assistenza medica gratuita.
I servizi telefonicamente accessibili di AXA Assistance Italia riguardano il soccorso stradale ordinario o autostradale e permettono alla persona sorda il recupero o la segnalazione di un guasto al proprio veicolo tramite un’assistenza veloce e diretta con un operatore.

SERVIZI BANCARI TELEFONICI ACCESSIBILI – Pedius è stata anche scelta da BNL Gruppo BNP Paribas, che è la prima banca in Italia ad avviare una collaborazione con questo servizio per consentire alle persone sorde di accedere ai servizi bancari telefonici grazie alle tecnologie di riconoscimento e sintesi vocale.
Attraverso l’utilizzo della app Pedius, i clienti sordi possono entrare in contatto con il Centro Relazioni e Sviluppo Clientela della Banca quando abbiano bisogno di informazioni relative alle carte di credito e bancomat, e per esigenze connesse al loro stesso funzionamento, ma anche per richiedere il saldo e la lista dei movimenti sul proprio conto corrente o informazioni commerciali o essere messi in contatto con il personale della banca tramite il centralino BNL. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00 ed il sabato dalle 8 alle 14.00.

Data: 17/12/2015

Fonte: Disabili.com

Post precedente

Il sogno di Franco, il sogno di noi tutti

Prossimo post

Nicoletta Tinti, atleta paraplegica che è tornata a danzare. In piedi

The Author

redazione

redazione